dove vedere Italia-Ecuador Under 17 Tv streaming
Pallone su un campo da calcio (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

multa FIGC restrizioni ds. A quasi un anno di distanza dalla sanzione inflitta alla FIGC a seguito delle restrizioni all’accesso al mercato dei servizi professionali offerti da alcune specifiche figure di supporto alle squadre di calcio arriva la decisione del Tar in merito al ricorso presentato dalla Federcalcio. l’esito è però negativo.

Il Tar del Lazio ha infatti onfermato la multa di 3,3 milioni inflitta a giugno 2018 dall’Antitrust alla Figc per le ingiustificate restrizioni all’accesso alla carica di direttori sportivi e collaboratori della gestione delle squadre di calcio.

Figc, 3 milioni di multa per restrizioni all’accesso a qualifiche professionali

 

Rispondendo alla tesi difensiva secondo la quale l’Autorità avrebbe dovuto riconoscere che le regole dettate per disciplinare le quattro figure professionali in esame (ds, collaboratori della gestione sportiva, osservatori e match analyst) non incidevano su attività economiche libere ma afferivano esclusivamente a regole sportive, il Tar ha ritenuto che “il provvedimento impugnato ha correttamente motivato in ordine alle ragioni per cui non può affermarsi che le menzionate figure non svolgono un’attività sportiva, bensì un’attività economica professionale, prestata a titolo oneroso a favore delle società calcistiche“.

Le quattro figure professionali “presentano, seppure nella loro intrinseca specificità, tutte il comune denominatore dell’essere ‘periferiche’ rispetto allo svolgimento dell’attività sportiva. La circostanza, poi, che le attività svolte dall’osservatore sportivo e dal Match analyst richiedano un particolare grado di competenza e conoscenza del fenomeno calcistico non implica che esse possano definirsi ‘attività sportive’“.

 

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here