I giocatori dell'Inter festeggiano la qualificazione alla Champions League 2019-2020 (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Crescono, nei nove mesi chiusi al 31 marzo 2019, i ricavi dell’Inter legati a sponsorizzazioni e diritti tv.

Secondo quanto riportato nei documenti ufficiali di Inter Media and Communication, la società che ha emesso il bond da 300 milioni, nel periodo 1 luglio 2018 – 31 marzo, il club nerazzurro ha totalizzato ricavi da sponsor e tv per 229,96 milioni, in forte crescita rispetto ai 156,57 milioni dello stesso periodo della stagione 2017-2018.

Nel dettaglio i ricavi da sponsorizzazione, grazie anche all’effetto Suning, si sono attestati a 91,07 milioni (60,12 milioni nei 9 mesi della passata stagione), mentre i ricavi da diritti tv sono passati da 96,41 milioni a 138,71 milioni, principalmente grazie ai proventi derivanti dalla partecipazione alla fase a gironi della Champions League 2018-2019.

Ricavi da sponsorizzazioni

Nei nove mesi chiusi al 31 marzo 2019 i ricavi dell’Inter derivanti da sponsorizzazioni si sono attestati a circa 91 milioni, con una crescita di 31 milioni rispetto ai nove mesi della stagione 2017-2018.

Grazie alla maggiore visibilità internazionale garantita dalla partecipazione alla Champions League 2018-2019 sia lo sponsor di maglia Pirelli, sia lo sponsor tecnico Nike, hanno aumentato l’importo delle rispettive sponsorizzazioni.

Dallo sponsor di maglia sono arrivati circa 10 milioni contro i 7,5 milioni di un anno fa, mentre lo sponsor tecnico ha messo sul piatto 7,5 milioni rispetto ai 2,8 milioni dei nove mesi della stagione 2017-2018.

Le sponsorizzazioni da partner europei (EU/Global) sono invece diminuite da 10,5 a 8,8 milioni, principalmente, spiega la società, a causa dell’interruzione del rapporto con Infront. Per l’intero esercizio 2018-2019 questa voce di ricavo dovrebbe comunque attestarsi a 13,4 milioni, inclusi i bonus per la qualificazione alla Champions League 2019-2020.

In forte crescita invece i ricavi da sponsorizzazioni con partner cinesi e asiatici, passate da 39,2 milioni circa dei nove mesi 2017-2018 a 64,7 milioni nel periodo 1 luglio 2018 – 31 marzo 2019.

Ricavi da diritti tv

Sul fronte dei ricavi da diritti tv, l’incremento è legato principalmente alla partecipazione dell’Inter alla Champions League 2018-2019, che ha fruttato 14,5 milioni per la partecipazione alla fase a gironi, altri 17,7 milioni in virtù del ranking storico assegnato ai nerazzurri dall’Uefa, altri 7,8 milioni di performance bonus e 2,5 milioni legati alla prima parte del market pool.

Complessivamente il peso della Champions League in termini di ricavi per l’Inter nei nove mesi dell’esercizio 2018-2019 è stato di 42,5 milioni.

3 COMMENTI

  1. L’Inter incassa da sponsor cinesi compresa Suning circa 100 milioni di euro l’anno. E Pirelli da all’Inter 20 milioni l’anno, quanto la Juve , reduce da 8 campionati vinti e 2 finali di Champions, incassa da Jeep. Complessivamente l’Inter già oggi incassa dagli sponsor più della Juventus con 0 campionati vinti negli ultimi 10 anni.Uno scandalo incredibile, silòenziato dai media e siti di regime, che riguarda chi detiene e gestisce la Juventus.

    • Guarda che la cosa per assurdo non è positiva. Dei 100 milioni, 80 arrivano quasi tutti da Suning e in minima parte da fornitori di Suning per cui siamo in una situazione simile a quella del PSG ovvero la proprietà pompa soldi attraverso sponsorizzazioni più o meno farlocche tipo 35 milioni per esporre gli striscioni Suning alla Pinetina o diversi milioni per sponsorizzare la maglia da allenamento (!!!).
      Se escludi JEEP, la Juve ha sponsor “veri” e non prestanome della proprietà.

  2. Ottimo. Ora con una stabile si spera partecipazione alla Champions e la proprietà che è diventata per intero cinese, i ricavi potrebbero continuare la strada di una costante salita.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here