nuovo centro federale figc gela
(foto Insidefoto.com)

Il Consiglio federale della Figc, riunitosi oggi a Roma, ha approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2018, che, anche senza l’effetto dei Mondiali in Russia a cui la nazionale non si è qualificata, presenta un risultato positivo di esercizio pari a 1,8 milioni di euro.

Il valore della produzione, come ha esposto il dg, Marco Brunelli, si attesta a 160,4 milioni (in calo dai 162,9 milioni del 2017) ed è legato, in via prevalente, alla valorizzazione dei diritti tv, agli introiti delle sanzioni inflitte dagli organi di giustizia sportiva nonché dalla realizzazione dei progetti inerenti le risorse rivenienti dalla mutualità generale di sistema.

Gli impatti dell’attività internazionale, che nel 2018 ha visto impegnate le Nazionali in 189 gare – fa sapere la Figc – hanno manifestato i loro effetti anche per quanto riguarda i costi di produzione.

Il bilancio presenta costi della produzione per compessivi 148,3 milioni con costi per l’attività sportiva pari a 101,6 milioni, costi di funzionamento pari a 36 milioni, determinando il valore del margine operativo lordo (Mol) in 22,8 milioni. Il Mol ed il rapporto Mol/Valore della produzione (pari nel 2018 al 14,2%), pur se in diminuzione rispetto ai due esercizi precedenti, continuano a permanere ai massimi livelli dal 2004, primo anno utile per una comparazione dei dati.

Il risultato operativo e il risultato ante imposte sono pari a 12,3 milioni. Il risultato di esercizio è pari a 1,8 milioni (+4,5 milioni nel 2017). Dal punto di vista patrimoniale, si evidenzia un patrimonio netto in crescita, che si attesta a 53,1 milioni, con un incremento dell’arrivo circolante di circa 24 milioni rispetto all’esercizio 2017.

SEGUI LA COPA AMERICA E I PLAYOFF DI SERIE B SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here