Il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin, è tornato a parlare del futuro delle coppe europeo. In particolare, Ceferin ha sottolineato che non vede alcuna ragione per accelerare la riforma della Champions League: «Se dipendesse da me, nulla dovrebbe cambiare», ha detto in un’intervista allo Spiegel.

Il presidente del massimo organismo calcistico europeo ha affrontato anche il tema delle dimissioni del presidente della Lega calcio tedesca, Reinhard Grindel. «Grindel era un ingenuo e ha fatto errori», ha spiegato Ceferin, ma non era «una persona corrotta».

Inoltre, Ceferin ha risposto alle critiche alla sede della finale di Europa League, la capitale dell’Azerbaigian Baku. La situazione dei diritti umani nel paese è «un problema, ma è la stessa in altri paesi europei», ha affermato. «Se il calcio può essere fermato da queste tensioni, non saremo in grado di organizzare nulla in futuro. Abbiamo anche tenuto un campionato europeo in sicurezza in Francia quando il paese è stato preso di mira dai terroristi».

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here