Leonardo, direttore sportivo del Milan (Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

Leonardo ha parlato ieri sera al termine dell’incontro tra Milan e Bologna, che tiene ancora vive le speranze di conquista del quarto posto per i rossoneri. Il direttore generale di club ha parlato anche di futuro, con uno sguardo ai conti societari e ai paletti entro i quali la società potrà muoversi.

Come riporta “Milan News”, Leonardo ha spiegato al termine dell’incontro: «La società è qui da luglio, il CEO da novembre, stiamo costruendo. Ci sono però i paletti del FFP anche. Noi siamo dell’idea che non serve più spiegare ogni volta, ci sono troppe comunicazioni. Quando si dice qualcosa ci sono mille interpretazioni. Scegliamo i momenti per parlare, è questo il fatto».

Leonardo è intervenuto poi anche a proposito del discorso aperto con la UEFA: «Ci sono tanti incontri in programma, sono argomenti delicati e vogliamo capire. Il ricorso al TAS è molto complicato. La cosa evidente è che non si potranno fare grandi investimenti. Le cessioni dipenderanno dalla Champions League, dai ricavi, ci sono tante cose che si devono vedere. Penso che dopo la fine del campionato tutto questo sarà più chiaro».

A proposito di investimenti, Leonardo aveva puntualizzato anche ai microfoni di “Sky”: «Dobbiamo attingere a determinati parametri in pochi tempi. E sicuramente dipenderà se vai in Champions o no. Non ci sarà una smobilitazione, ma sicuramente non ci saranno grandi investimenti. La situazione del Milan era molto sconosciuta anche per Elliott. Abbiamo fatto anche investimenti però come Piatek e Paquetà. Tutto questo è stato studiato con il tempo. Penso sia normale capire piano piano cosa si può fare. La cosa sicura è che non ci saranno grandi investimenti nella prossima estate».

SEGUI LE PARTITE DEL MILAN SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here