Nuova maglia Milan Puma 2018 2019

Il procuratore della Figc Giuseppe Pecoraro ha appena firmato, secondo quanto riporta l’ANSA, il patteggiamento per il caso del gesto di scherno dei milanisti Kessie e Bakayoko nei confronti del laziale Acerbi, dopo la partita di sabato scorso. Il provvedimento è ora al vaglio della Procura Generale Coni.

Il club rossonero e i due calciatori hanno accettato l’ammenda richiesta dalla Procura per un totale di 86.000 euro (33.000 a ciascun giocatore e 20.000 alla società; la sanzione è stata ridotta di un terzo per i benefici previsti nei patteggiamenti).

 

Quanto ai cori contro Bakayoko di un gruppetto di tifosi laziali in occasione della partita di mercoledì sera contro l’Udinese, emersi da un video diffuso via social, da fonti vicine alla Procura trapela che non c’è l’intenzione di aprire un’indagine.

“Abbiamo chiesto scusa, abbiamo sbagliato, ci siamo assunti le responsabilità. Quando un umano sbaglia più che chiedere scusa non può fare”, ha commentato il tecnico rossonero Gennaro Gattuso. “Io non voglio fare polemiche, la società è stata brava, ha detto quello che doveva. Mercoledì ho un sogno: pensare solo alla partita, entrare tutti quanti abbracciati, così le polemiche si possono mettere da parte – ha spiegato alla vigilia della trasferta di Parma -. Io da calciatore più di qualche gesto sbagliato, quando uno si assume la responsabilità può finire là, ci sta che un essere umano sbagli”.

Parlando di Bakayoko e Kessie, l’allenatore ha aggiunto: “Si è parlato tanto dell’episodio. È normale, a livello mentale può lasciare qualcosa, ma è gente forte di testa, si sono fatti scivolare tutto addosso. Sanno di aver sbagliato, e li ho visti bene in settimana”.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here