Allegri panchina d'oro
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

“La squadra ha fatto bene non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, dispiace per il secondo tempo: l’Ajax ha meritato il risultato e il passaggio di turno. Col presidente avevamo parlato due giorni fa e lo faremo ancora: gli avevo detto che sarei rimasto, programmeremo il futuro insieme”. Massimiliano Allegri si rilancia nel progetto Juve e lo dice dopo la deludente eliminazione dei bianconeri in Champions. “Abbiamo tanti giovani che devono fare esperienza – ha aggiunto il tecnico a Sky – e lavoreremo per questo”.

“Col presidente avevamo parlato insieme un paio di giorni fa, con l’idea di rivedersi, ma io la decisione l’ho già presa, non da ieri o da oggi, l’ho presa da un po’ di tempo: ho un contratto e la mia intenzione è quella di rimanere alla Juventus perchè c’è ancora molto lavoro da fare”, ha aggiunto Allegri durante la conferenza stampa.

 

Sul tema è intervenuto anche il presidente bianconero Andrea Agnelli: “Quest’anno l’abbiamo detto da quest’estate, la Champions era un obiettivo, ciò di cui abbiamo la consapevolezza è di poter dichiarare sin d’ora che la Champions sarà un obiettivo anche l’anno prossimo, se guardiamo anche l’undici in campo stasera, era un undici relativamente giovane”.

“C’erano delle assenze nella rosa, ma l’undici andato in campo oggi, escluso Ronaldo, era un undici comunque giovane, che può crescere, dovrà crescere, con Allegri in panchina, che ha ancora un anno di contratto, ci siederemo a fine stagione per discutere il contratto, ma abbiamo un gruppo tecnico, un gruppo di squadra e un gruppo di leader in società con Fabio Paratici, Marco Re e Giorgio Ricci che mi garantisce serenamente il futuro e la continuità di un futuro prosperoso per la Juventus”.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE