Foto Calcio e Finanza

No alla abolizione della “recompra”. È questa una delle richieste che la Lega Serie A farà durante il Consiglio Federale della Figc di oggi a Roma.

Il tema infatti sarà uno degli elementi all’ordine del giorno durante l’incontro di oggi. Il presidente federale Gravina nelle scorse settimane è intervenuto così: “La recompra è un provvedimento che è stato adatto in periodo commissariale, stiamo riflettendo e spero di proporre la modifica della norma entro il 20 marzo, in modo che il Consiglio Federale possa annullare questa novità”.

 

Una norma che piace poco a Gravina, quindi, e su cui oggi saranno avviate le prime riflessioni. Secondo la Gazzetta dello Sport, è probabile che il prossimo Consiglio possa stabilire che bisognerà aspettare di mettere a bilancio la plusvalenza se si vuole esercitare il diritto di recompra.

Tuttavia, diversa è la posizione della Serie A, che oggi sarà rappresentata da Miccichè e dai consiglieri Lotito e Marotta: secondo Tuttosport, sarà chiesto infatti al presidente federale Gravina di non eliminare il diritto di recompra, introdotto un anno fa.

Tra gli altri temi all’ordine del giorno del Consiglio federale, sarà dimezzato (da 4 a 2) il numero delle gare da non disputare prima della cancellazione della squadra dal campionato, la Covisoc sarà dotata di poteri maggiori soprattutto di intervento per quanto riguarda la fase prima dell’iscrizione, e infine sarà approvata una orma per cui chi rileva almeno il 10% delle quote di un club dovrà essere autorizzato dalla Figc per firmare qualunque atto ufficiale.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here