demolizione san siro evani
Alberigo Evani durante un derby contro l'Inter quando vestiva la maglia del MIlan (Foto: Insidefoto)

demolizione san siro evani. Nelle ultime ore il dibattito sulla possibilità di avere un nuovo stadio a Milano che possa essere condiviso da Milan e Inter si è ormai fatto sempre più vivo: entrambe le società sembrano infatti concorde sull’idea di ritenere questo un passo quasi obbligato per incrementare i ricavi e rendere così le squadre più competitive a livello dei top club europei.

Ma cosa ne sarà di San Siro? Una decisione definitiva in merito non è ancora stata presa, anche se sembra farsi strada la possibilità di demolire l’attuale impianto dove giocano le gare casalinghe le due milanesi. Il sindaco della città, Giuseppe Sala, sembra spingere per la decisione opposta, anche se sembra ancora presto per dare l’ultima parola in merito.

A esprimersi ora sul tema è Alberigo “Chicco” Evani, uno degi uomini più importanti del Milan vincente targato Arrigo Sacchi, che si schiera tra i più tradizionalisti. Pensare di non vedere più lo storico impianto non può che provocargli una stretta al cuore.


"L'idea di demolire San Siro non mi piace. E' un monumento, un tempio, non solo uno stadio - ha detto l'ex centrocampista, a margine della presentazione della sua autobiografia 'Non chiamatemi Bubu' avvenuta a Milano -. . Sarebbe come abbattere il Colosseo a Roma".

L'ex calciatore ha sottolineato le sensazioni ancora fortissime che prova nell'entrare in quello che per anni è stato il suo stadio: "Solo entrare in uno stadio del genere genera emozioni uniche e intense, mette pressione. Alcuni giocatori molti bravi hanno fatto fatica a giocare nel Milan o nell'Inter proprio perché non è facile avere tanti occhi addosso. Il mio ricordo più bello di San Siro? Mi fa piacere ripensare all'anno della Serie B, quando a San Siro venivano oltre 70mila persone".

 

SEGUI LE PARTITE DEL MILAN SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here