James Pallotta, presidente della Roma (Insidefoto.com)

“Lo scorso anno abbiamo richiesto il VAR in Champions perché ci avevano rovinato la semifinale e questa sera, nonostante ci fosse, siamo stati derubati”. E’ duro il commento del presidente romanista, James Pallotta, sull’account twitter della società, all’eliminazione dei giallorossi dopo i tempi supplementari col Porto. “Schick – aggiunge Pallotta – è stato atterrato in area, il VAR lo dimostra, e non viene fatto niente. Sono stufo di questa merda. Non ho più parole!”.

“È una vergogna che l’arbitro non sia andato a vedere il fallo”, aggiunge Manolas, parlando del fallo di Marega su Schick nei minuti finali del 2/o tempo supplementare. “E’ un fallo netto – dice a Sky nel dopo partita – Che spiegazioni ha dato l’arbitro? Non capisco perché sempre a noi succedono queste cose. Anche l’anno scorso (contro il Liverpool, ndr) non ci hanno dato due rigori, ma ora c’è il Var, non esistono le scuse”.


"Qualcuno si è sentito rispondere delle cose un po’ confuse dall'arbitro - ha spiegato invece De Rossi. Mi hanno fatto rivedere l’episodio sul telefonino nello spogliatoio ed è rigore (intervento su Schick, ndr), e questo non va bene, soprattutto perché siamo usciti dalla Champions League l’anno scorso dicendo che se ci fosse stato il Var in Champions saremmo arrivati in finale e invece anche quest’anno è andata così. Il Var è uno strumento eccezionale, ma questo è un errore umano, non della macchina e del Var. E’ un peccato perché sarebbe stato epico passare col 3-2".

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here