(Foto Peter De Voecht and Vincent Kalut / Photo News / Panoramic / Insidefoto)

Il principe William, presidente della Football Association, ha accusato le società calcistiche di cinismo, colpevoli di trattare i calciatori come “asset finanziari”. Come riporta l’ANSA, in un discorso pronunciato al Windsor Park stadium di Belfast, durante la sua visita in Irlanda del Nord, il Duca di Cambridge ha aggiunto che compito delle società è offrire sostegno a chi, dal settore giovanile, non viene promosso in prima squadra.

Manchester City, la FA indaga sull’acquisto di Sancho nel 2015

Secondo William, è necessario mettere in discussione anche l’ossessione per la vittoria che – a suo dire – rischia di causare danni permanenti nella crescita dei più giovani. «Alcuni club non fanno nulla per la salute mentale dei propri tesserati – la denuncia del Duca di Cambridge -. Li ingaggiano, li fanno giocare, e se non sono abbastanza buoni, li scartano. Dobbiamo cambiare completamente il modo di guardare i calciatori. Molti di loro provengono da background non semplici, con questioni irrisolte. Non possono essere trattati come semplici asset finanziari».



LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here