Stadio San Siro / Giuseppe Meazza (Foto Daniel Chesterton / PHCImages / Panoramic / Insidefoto)

Gazidis San Siro – Giornata importante in casa Milan. Il club rossonero ha infatti presentato il nuovo attaccante Krzysztof Piatek, in arrivo dal Genoa per sostituire il partente Gonzalo Higuain, che ha deciso di riabbracciare Maurizio Sarri al Chelsea.

Ufficiale, Piatek è del Milan: l’impatto sui conti del club

Durante la conferenza stampa di presentazione del giovane polacco (classe ’95) sono intervenuti anche Leonardo, Paolo Maldini e Ivan Gazidis. Proprio l’amministratore delegato rossonero si è soffermato su alcuni punti importanti legati alla gestione del club rossonero. In primis Gazidis ha voluto sottolineare che l’acquisto di Piatek è stato effettuato nel rispetto del Fair Play Finanziario.

In secondo luogo, l’ex Arsenal è tornato sul tema dello stadio di Milan e Inter: «Stiamo ancora guardando le alternative. La forza della nostra proprietà è che ci consente di poter fare cose eccitanti: può essere rinnovare San Siro o costruire nuovo stadio, non sappiamo ancora ma stiamo lavorando in maniera molto collaborativa con l’Inter», ha spiegato l’ad rossonero.



E a proposito dello stadio, stando a quanto riporta “Il Corriere della Sera”, l’obiettivo di Palazzo Marino sarebbe quello di creare le condizioni perché Milan e Inter possano rimanere nell’area di San Siro attraverso regole urbanistiche meno rigide e che consentano, per esempio, l’insediamento di grandi zone commerciali intorno all’impianto.

Milan, Gazidis: “Piatek investimento nel rispetto del FPF”

Tre emendamenti al Piano di Governo del Territorio sono in discussione da oggi in Consiglio comunale. E l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran è intenzionato a dare il via libera della giunta ai tre documenti. Il tutto ruota intorno al concetto di «grandi funzioni urbane». Per questo tipo di aree si intendono «i sottoambiti destinati alla rigenerazione urbana e alla localizzazione di rilevanti funzioni per servizi pubblici e/o di interesse pubblico nonché per funzioni aventi carattere strategico». Si parla (anche) di stadi, insomma. E con gli emendamenti in discussione si intende rivedere soprattutto i limiti edificatori all’interno di queste aree. A fianco di San Siro potranno così nascere spazi commerciali superiori.

2 COMMENTI

  1. Scommettiamo che tra dieci anni staremo ancora a leggere lo stesso articolo con qualche virgola di differenza? Andiamo avanti così che saremo sorpassati dal ranking da Turchia, Lituania e Andorra.

    • Si infatti, mi hai tolto le parole di bocca. Sono anni e anni che si sente sta tiritera ristrutturare San Siro/costruire Stadio nuovo.
      Prendete una decisione una volta per tutte, che siamo già in ritardo di 15 anni…

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here