dove vedere Manchester City-Burton Albion TV streaming
Esultanza dei giocatori del Manchester City (Foto PHC/Insidefoto)

Il Manchester City si è rifiutato di fornire spiegazioni alla UEFA per quanto riguarda le accuse di violazione delle regole del fair play finanziario, dal momento che le recenti rivelazioni sono basate su e-mail «hackerate o rubate». La risposta – scrive “The Guardian” – segue la richiesta di commenti da parte della UEFA in merito a quanto scritto da “Der Spiegel” sui conti 2013-2015 dei Citizens.

UEFA, il capo del CFCB conferma: il City rischia l’esclusione dalle coppe

Ciò che si è potuto evincere dalla corrispondenza del club di Manchester, è che le sponsorizzazioni di società come la compagnia aerea di Abu Dhabi Etihad e di altre compagnie statali, erano in realtà pagate per lo più dal proprietario del City, lo sceicco Mansour bin Zayed al-Nahyan. In pratica, l’accusa è quella di aver aggirato il FPF per poter immettere fondi nelle casse della società, passando da sponsorizzazioni fittizie.





Quando il CFCB (organo di controllo UEFA) ha chiesto un commento a proposito di queste rivelazioni, il City si è rifiutato di rispondere perché le e-mail sono state violate o rubate e analizzate fuori dal loro contesto. Tuttavia, il club non ha negato che le e-mail citate fossero autentiche, motivo per cui i funzionari CFCB e UEFA ora sono intenzionati a discutere internamente su come procedere. Aleksander Ceferin, presidente dell'UEFA, e Yves Leterme, capo del CFCB, hanno spiegato di recente che la sanzione più pesante per un club che ha violato seriamente le norme è l'esclusione dalla Champions League.

Il Manchester City porta la tecnologia SAP dentro la partita

Da quanto è stato rivelato il contenuto di queste mail, l’unico commento della società è stato: «Non forniremo alcun commento su materiali presumibilmente violati o rubati dal personale del City Football Group e del Manchester City e dalle persone associate. Il tentativo di danneggiare la reputazione del club è organizzato e chiaro».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here