sportitalia calciomercato estate 2018

L’ex numero uno di Infront Italy, Marco Bogarelli, sarebbe sceso in campo nell’ambito di un riassetto azionario che potrebbe riguardare il capitale di Sportitalia, il canale sportivo  visibile in chiaro al numero 60 del digitale terrestre e sulle piattaforme satellitari di Sky e TivùSat.

I buoni risultati economico-finanziari di Sportitalia, canale tv che, con budget bassi, riesce a produrre un ebitda positivo di 620 mila euro su un fatturato a fine 2018 attorno ai sei milioni di euro, starebbero infatti destando l’interesse di potenziali investitori.

Secondo quanto riportato dal quotidiano ItaliaOggi, Bogarelli, uscito dal gruppo Infront e ora imprenditore in proprio, starebbe lavorando per individuare un socio forte che possa supportare Michele Criscitiello, direttore e azionista di Sportitalia, dal punto di vista commerciale.

Sembrerebbe escluso, almeno in questa fase, che questo nuovo socio possa essere lo stesso Bogarelli, anche sul mercato non sarebbero pochi i rumors che vanno in questa direzione.

La trattativa con Eleven Sports

Attualmente Sportitalia è controllata dalla società Italia Sport communication, al momento partecipata al 50% da Prima Tv di Tarak Ben Ammar, al 25% dalla Micri di Michele Criscitiello, e al 25% da Paola De Salvo, moglie dello stesso Criscitiello.

L’arrivo sulla scena di Bogarelli, sottolinea ItaliaOggi, sarebbe successivo al sondaggio effettuato nei mesi scorsi da parte di Andrea Radrizzani, ex manager e azionista di MP Silva e oggi proprietario di Eleven Sports e del Leeds United, che era interessato a rilevare l’80% della società editrice di Sportitalia.



Eleven Sports detiene in Italia, tra gli altri, i diritti della Serie C di calcio, e siccome Sportitalia già trasmette una partita in chiaro della Serie C, c'era affinità di target su un canale tv già operativo, e quindi non da lanciare ex novo.

Un canale tv che, per Eleven Sports, poteva rappresentare, con un investimento relativamente basso (il 100% di Sportitalia è valutato attorno ai 5 milioni di euro) sia una idea di comunicazione per la propria piattaforma ott Eleven Sports, sia una interessante iniziativa industriale.

L'interesse di Infront Italy

Il nuovo canale tv si sarebbe dovuto chiamare Eleven Sportsitalia. La trattativa, tuttavia, è tramontata per divergenze sul piano editoriale (il cambio di nome del canale, per esempio, andava poco a genio al direttore e deus ex machina di Sportitalia, Criscitiello).

Radrizzani non è l'unico ad aver guardato Sportitalia. Sempre secondo ItaliaOggi, anche la stessa Infront Italy, attualmente guidata da Luigi De Siervo (uno dei candidati al ruolo di amministratore delegato della Serie A) avrebbe sondato il terreno per un possibile deal. Ma dopo i primi colloqui, si sarebbe subito sfilata.

2 COMMENTI

  1. Davvero ottimo il servizio offerto da questa emittente. Se paragonato al sevizio offerto dalla tv statale finanziata dai contribuenti svenati questa realtà, formata da ragazzi competenti e professionali, merita un grande plauso.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here