Juventus Inter (Foto Image Sport / Insidefoto)
Juventus Inter (Foto Image Sport / Insidefoto)

Juventus Inter 1-0 – La Juventus (14 vittorie su 15) spegne le velleità dell’Inter, battuta dall’ottavo gol stagionale di Mandzukic e sprofondata a distanza siderale, -14, dai bianconeri che allungano a +11 il vantaggio sull’inseguitrice Napoli (che oggi affronta il Frosinone).

L’ennesimo successo bianconero arriva in una serata di un Cristiano Ronaldo “normale”, più gregario che primattore e senza mai un lampo del suo genio, meno che mai sul calcio di punizione, tirato sugli stinchi della barriera.

Un’altra prova di solidità bianconera, con un monumentale Chiellini, un robusto presidio a centrocampo di Bentancur e Matuidi, la classe di Cancelo.

L’Inter, tuttavia, può mordersi le mani per non avere saputo colpire sugli errori (pochi) dei bianconeri: il palo di Gagliardini, nel primo tempo, e il poco tempismo di Politano, in avvio di ripresa, sono due rimpianti per Spalletti.

Juventus Inter 1-0 – GLI HIGHLIGHTS

Juventus Inter 1-0 – IL TABELLINO

Juventus (4-3-3): Szczesny, De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Cancelo, Bentancur, Pjanic (37′ st Emre Can), Matuidi, Dybala (27′ st Douglas Costa), Mandzukic, Ronaldo  (22 Perin, 21 Pinsoglio, 4 Benatia, 16 Cuadrado, 24 Rugani, 33 Bernardeschi, 37 Spinazzola). All.: Allegri

Inter (4-3-3): Handanovic, Vrsaljko, Skriniar, Miranda, Asamoah, Gagliardini (25′ st Keita), Brozovic, Joao Mario (32′ st Martinez), Politano (13′ st Borja Valero), Icardi, Perisic (27 Padelli, 6 De Vrij, 8 Vecino, 13 Ranocchia, 33 D’Ambrosio, 87 Candreva). All.: Spalletti.

Arbitro: Irrati.

Reti: nel st 21′ Mandzukic. Angoli: 10 a 8 per la Juventus. Recupero: 1′ e 4′. Ammoniti: Pjanic, Bentancur, Perisic, Brozovic per gioco scorretto. Var: 0.

Spettatori: 41.495 (Presenti: 11.838. Abbonati: 27.558. Ospiti: 2.099). Incasso € 3.163.509,00.

** I GOL ** – 21′ st: lungo lancio sulla fascia sinistra per Cancelo, che riesce ad arrivare sul fondo, si accentra e serve sul secondo palo Mandzukic, che anticipa Asamoah e di testa supera Handanovic.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here