uefa diritti umani europei 2024 nazioni candidate
Il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin (Insidefoto.com)

L’Uefa è pronta a bloccare il piano di Infantino per un Mondiale per Club annuale. Dopo aver accantonato l’idea del Mondiale ogni quattro anni, il presidente della Fifa ha pronto un nuovo progetto.

Questa settimana Infantino presenterà infatti una nuova proposta ai 36 membri del consiglio amministrativo della Fifa, riguardante appunto il nuovo Mondiale per club. Tra le opzioni, anche quella di una manifestazione annuale che si svolga tra luglio e agosto, oppure in un altro momento della stagione, ancora da stabilire.

Una proposta considerata decisamente provocatoria da parte dell’Uefa. L’organo di governo del calcio europeo considererà ogni piano per un torneo annuale di club come una sfida diretta alla Champions League.

Il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin si era già esposto contro la proposta di un nuovo Mondiale per Club ogni quattro anni. «Il calcio non è in vendita», ha dichiarato lo scorso maggio. «Non possiamo accettare – ha proseguito – che alcune persone che sono accecate dalla ricerca del profitto stiano considerando di vendere l’anima del calcio a fondi privati nebulosi. Non ci sarà spazio per perseguire sforzi egoistici durante la mia guida».

Una posizione negativa, quindi, da parte del presidente, posizione che la stessa Uefa aveva ribadito. Il Consiglio Strategico per il Calcio Professionistico della federcalcio continentale ha «espresso all’unanimità serie riserve sul processo che circonda le proposte relative al nuovo Mondiale per Club e alla Global Nations League, e in particolare sui tempi stretti e sulla mancanza di informazioni concrete, sottolineando la necessità di una procedura chiaramente definita, che rispetti le strutture esistenti e gli organi decisionali e che coinvolga tutte le principali parti interessate».

SEGUI IL CALCIO ESTERO SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here