SHARE
L'arbitro Massimiliano Irrati (Foto OnePlusNine / Insidefoto)

Nonostante le 8 giornate già disputate e le 79 gare già giocate, gli arbitri sono ancora senza contratto per la stagione attuale. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, manca ancora la firma dei vertici dell’Aia sui contratti per gli arbitri, già inviati dalla Figc.

Tutto ruoterebbe intorno ad una clausola che l’Aia vorrebbe inserire nei contratti, per evitare nuovi ricorsi da parte degli arbitri, in particolare relativi al contratto per i “gettoni” per le gare.

La volontà è quella di evitare nuovi casi Gavillucci, l’arbitro che ha presentato ricorso contro la decisione dell’Aia di non confermarlo tra gli arbitri per la Serie A 2018/19.

Un ritardo decisamente inusuale, visto che, spiega il Corriere dello Sport, solitamente si arrivava ad una firma sul contratto intorno alla seconda/terza giornata. La nuova clausola che l’Aia vorrebbe inserire però sta dilatando i tempi, visto che servirebbe anche l’appoggio totale della Figc: si potrebbe quindi attendere dopo il 22 ottobre, ovverosia dopo l’elezione del nuovo presidente della Federcalcio.

Dopo il passaggio federale, il nuovo contratto potrebbe venire quindi presentato agli arbitri solo a novembre: le prime buste paga per la stagione arriverebbero, quindi, oltre tre mesi dopo l’inizio della stagione.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA: