mondiale 2030 corea
Gianni Infantino, presidente della FIFA (Insidefoto)

Gianni Infantino apre all’ipotesi Mondiali a 48 squadre in Qatar nel 2022. «Ci si può pensare», le parole del presidente della Fifa in un’intervista alla Gazzetta dello Sport.

«Il Sudamerica ha richiesto di studiare questa possibilità – ha proseguito Infantino -. Ci sono pro e contro e si deve discutere con federazioni, leghe, club, calciatori. Sono aperto e positivo su tutte le proposte. Se sarà possibile farlo, allora perché no».

Infantino ha parlato anche del Mondiale per Club nel nuovo format che la Fifa vuole lanciare. «Il Mondiale per club va fatto, per aiutare le squadre a crescere. Lo sanno anche le italiane. Fino a 10 anni fa i ritiri si facevano nelle valli alpine, ora si va in giro per il mondo. E si giocherà al posto della Confederations. Il calendario non cambia».

Nessun passo indietro nemmeno sul Var: «L’Italia ha dimostrato che il Var funziona. Il Mondiale l’ha confermato. Poi gli errori come quelli dell’ ultima giornata di Serie A possono capitare. Ma il Var ha reso le cose migliori».

Infine, nell’estate 2019 sarà tempo dei Mondiali femminil. «Bene che ci siano le azzurre, perché potranno cambiare la percezione pure in Italia, dove si stanno facendo passi importanti, con alcune big che investono. È importante che il calcio femminile non sia più considerato una copia in bianco e nero del maschile. Sarà una bella festa, spero con tanti italiani. Lancio un appello pubblico a Gigi Buffon. Sarebbe bello diventasse nostro ambasciatore per il Mondiale femminile e un bene anche per le azzurre».

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here