Alessandro Antonello, amministratore delegato dell'Inter (foto ufficio stampa Inter)

Il dirigente Michael Williamson lascia l’Inter. Uno degli ultimi uomini di riferimento voluti da Erick Thohir da ieri non fa più parte dell’organigramma del club nerazzurro, come riporta la Gazzetta dello Sport.

Arrivato all’Inter nel marzo 2014, a Williamson inizialmente era stata data la carica di Direttore dell’Area Amministrazione, Finanza e Controllo della società, passando poi alla gestione di progetti strategici per la società e per l’azionista di maggioranza, con nomina a chief strategy officer dopo l’arrivo di Suning.

Tra i vari progetti, Williamson si è occupato anche del tema stadio con la ristrutturazione di San Siro e la ricerca dell’area per il nuovo centro sportivo, area indicata in Piazza d’Armi a Milano, con la trattativa che però non è andata in porto.

Le mansioni, spiega la Gazzetta, saranno rilevate dall’amministratore delegato Alessandro Antonello, che si occuperà così anche dei discorsi relativi a San Siro con il Milan e il Comune di Milano, dopo che nelle scorse settimane è stato approvato un piano di lavori per 15 milioni di euro.

Inoltre proseguirà la ricerca di una nuova area per il centro d’allenamento. “L’Inter è intenzionata a creare una nuova area training per il settore giovanile perché quella attuale non è più sufficiente – aveva dichiarato Antonello alcuni mesi fa -. Se dovessimo trovare un’area particolarmente adatta non escludo che nel medio, lungo termine potremmo lasciare Appiano Gentile per spostare tutta l’attività nel nuovo training center”.