Andrea Pirlo con la maglia della nazionale italiana (foto Insidefoto.com)

Andrea Pirlo non sarà il vice del ct della nazionale di calcio Mancini come invece era nei piani dell’ex campione del mondo e della Figc, secondo quanto riportato dall’Ansa.

L’operazione salta per gli impegni di Pirlo con Sky (sarà opinionista per la Champions) e anche con gli sponsor personali. Il suo posto nello staff azzurro sarà preso da Angelo Gregucci, ‘storico’ allenatore in seconda di Mancini.

Il 25 luglio scorso, quando l’Ansa aveva anticipato la trattativa tra Pirlo e la Federcalcio, il commissario straordinario, Roberto Fabbricini, aveva espresso perplessità e aveva detto che si sarebbe riservato di valutare la compatibilità dei vari ruoli di Pirlo.

Lo stesso giorno Mancini aveva però annunciato il suo benestare all’operazione, che invece ora viene stoppata da evidenti questioni di opportunità. Rientra così in gioco Gregucci, che non compariva negli ultimi quadri dell’organico della nazionale (in alcune versioni interne c’era invece già il nome di Pirlo).

Se Pirlo, spiega la Gazzetta dello Sport, puntava sul numero di limitate di apparizioni in tv legate alla sola Champions per mantenere il doppio impegno, la FIGC ha messo sul tavolo ragioni di opportunità, soprattutto per evitare polemiche e tutelare la serenità dell’ambiente. Pirlo ha scelto Sky, ma per Mancini la porta resta aperta: nel caso in cui, al termine dell’impegno con Sky, si riproponesse l’opportunità, potrebbe essere la volta buona per rivedere Pirlo in nazionale, seppur solo in panchina.