Il logo TIM sui campi della Serie A (Insidefoto.com)
Il logo TIM sui campi della Serie A (Insidefoto.com)

“Credo che sia giusto che chiunque abbia i diritti tv del calcio li metta a disposizione di tutti”: così, Pietro Scott Jovane, Chief Commercial Officer di Tim, ha lasciato intendere che sono aperti a dialogare con Sky e Dazn, titolari dei diritti della Serie A. “Solo in questo modo si potrà portare il calcio ad una platea sempre più ampia di utenti”, ha aggiunto il manager, prima della compilazione del calendario del campionato, nella sede di Sky.

Ieri intanto Tim ha annunciato il rinnovo fino al 2021 come Title Sponsor della Serie A. “Tim con questo accordo consolida il proprio impegno nei confronti del calcio, lo sport più amato in Italia – ha detto Scott Jovane – e conferma così la più duratura iniziativa di sponsorizzazione di una Lega sportiva. Il calcio è intrattenimento e aggregazione sociale, ma anche sana competizione, valori propri del gruppo quotidianamente impegnato nel processo di trasformazione digitale del Paese”.

Title sponsor Serie A, accordo con TIM per i prossimi tre anni

L’accordo tra la Lega Serie A e Tim varrà circa 15 milioni di euro a stagione, cifra in linea con il precedente triennio ma senza il ruolo di sponsor per Coppa Italia e Supercoppa Italiana. Il nuovo brand legato alle altre competizioni organizzate dalla Lega sarà infatti Trenitalia, che verserà alla Serie A circa 5 milioni di euro annui.

2 COMMENTI

  1. ma scott jovane di tim non lo sa nessu broadcaster può avere tutte le partite. senza pagare l’abbonamento a una secondo broadcaster.

    quindi se tim raggiunge l’accordo lo può fare solo con perform o con sky. o con entrambi ma con due abbonamenti,