Dilettanti contributi Coronavirus
(Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Criteri compilazione calendario Serie A 2018 2019 – La Lega Serie A ha pubblicato i criteri e i vincoli che saranno rispettati nella compilazione del calendario della Serie A 2018/2019. Spicca nella lista l’assenza di un criterio in particolare: “f) nelle città che presentano due Società che condividono lo stesso stadio (Genova, Milano, Roma e Verona), l’ordine di esordio in casa è invertito rispetto al Campionato 2016/2017”. Il che significa, ad esempio, che il Milan – lo scorso anno di scena a Crotone durante la prima giornata – potrebbe nuovamente giocare in trasferta la prima partita di campionato.

Serie A 2018/2019, dove vedere il sorteggio del calendario in Tv e in streaming

Criteri compilazione calendario Serie A 2018 2019 – Alternanza casa/trasferta nelle ultime 4 giornate

Nella costruzione delle sequenze di incontri in casa e in trasferta si terrà conto dei seguenti criteri: nelle ultime quattro giornate le gare in casa sono perfettamente alternate a quelle in trasferta; non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone; nel caso in cui vi siano due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta, una coppia di incontri deve necessariamente essere in casa e l’altra in trasferta; è prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per Empoli e Fiorentina, Genoa e Sampdoria, Inter e Milan, Juventus e Torino, Lazio e Roma; in tutti i casi in cui ciò è stato possibile, si è tenuto conto delle situazioni di indisponibilità del campo e/o di concomitanza con altri eventi cittadini di speciale rilevanza; le Società che, nel Campionato di Serie A 2017/2018, hanno disputato fuori casa l’ultima gara giocano in casa l’ultima partita.

(Foto Calcio e Finanza)

Criteri compilazione calendario Serie A 2018 2019 – Tutti i derby si disputeranno in giornate differenti

Per quanto concerne invece la costruzione degli abbinamenti delle Società al fine di determinare i singoli incontri, verranno seguiti i seguenti criteri: nei due turni infrasettimanali feriali non sono possibili incontri tra le Società Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli e Roma, né i derby cittadini di Genova, Milano, Roma e Torino; i derby cittadini di Genova, Milano, Roma e Torino non sono possibili né alla prima né all’ultima giornata e si effettuano in giornate diverse fra loro; salvo quanto indicato al punto che precede, tutte le Società possono incontrarsi anche alla prima o all’ultima giornata; non vi può essere alcun incontro ripetuto (stessa partita alla stessa giornata, con lo stesso ordine casa/trasferta) rispetto al Calendario 2017/2018; nella prima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall’ordine casa/trasferta, Società che si sono già incontrate nella prima giornata dei Campionati  2016/2017 o 2017/2018; nell’ultima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall’ordine casa/trasferta, Società che si sono già incontrate nell’ultima giornata dei Campionati  2016/2017 o 2017/2018; le Società partecipanti alla UEFA Champions League (Inter, Juventus, Napoli e Roma) non incontrano le Società partecipanti alla UEFA Europa League (Atalanta, Lazio e Milan) nelle giornate poste tra un turno di UEFA Europa League e un turno successivo di UEFA Champions League (5ª, 8ª, 13ª e 16ª giornata).