Nuova maglia Milan Puma 2018 2019

Il futuro del Milan passa da Losanna: domani è infatti prevista la discussione del ricorso presentato dalla società rossonera contro la decisione dell’Uefa di escludere il club dalle coppe europee.

A Losanna la società rossonera sarà rappresentata da chi era già volato a Nyon dall’Uefa: l’amministratore delegato Marco Fassone, la Chief Financial Officer Valentina Montanari e i legali Cappelli e Aiello. Come riporta la Gazzetta dello Sport, la novità sarà rappresentata da Franck Tuil, che rappresenterà Elliott e per il fondo statunitense si presenterà per una dichiarazione alla corte.

Il Milan e il FPF: ecco le motivazioni della sentenza Uefa

La decisione è attesa già nel corso della giornata, anche perché incombono i sorteggi dell’Uefa e la federcalcio europea ha bisogno di certezze riguardo la composizione delle squadre che giocheranno le coppe.

In mattinata, quindi, andrà in scena il dibattimento: dopo l’intervallo per la camera di consiglio, nel pomeriggio ci sarà la lettura della sentenza. Infine, dopo alcune settimane, saranno presentate le motivazioni da parte del Tas.

Marco Fassone Amministratore Delegato del Milan (Insidefoto.com)

“Il Tas analizza tutti i documenti e le prove che hanno composto il dossier e la storia processuale che ha originato la sentenza appellata”, ha spiegato l’avvocato Angelo Cascella, iscritto dal 2010 nella lista degli arbitri del Tas, in un’intervista a Panorama. “La parte appellante può presentare tutte le documentazioni e motivazioni su cui si fonda la presunzione di poter ottenere un lodo diverso rispetto alla sentenza. Può richiedere l’audizione di testimoni o esperti a supporto che il Tas valuterà se ammissibili o no. Ovviamente ogni richiesta deve essere compatibile con l’eventuale procedura d’urgenza”. Infine, il Tas “o annulla la sentenza precedente emanandone una nuova, oppure rimanda all’organismo che l’ha emessa per una revisione, ma non può peggiorare la sanzione iniziale”.