rinvio camponato Serie D
(foto Insidefoto.com)

L’Associazione Italiana Calciatori (AIC) compie oggi 50 anni. La Figc ripercorre così l’evento, con un comunicato sul sito.

«L’AIC è nata ufficialmente il 3 luglio del 1968: a costituirla fu un gruppo di calciatori che, a Milano, nello studio del notaio Barassi, firmò l’atto costitutivo espletando le necessarie formalità legali. Del gruppo facevano parte Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Castano, De Sisti, Losi, Mupo, Sereni, Corelli e Sergio Campana, avvocato, che da appena un anno aveva lasciato il calcio giocato accettando l’invito di assumere la direzione dell’Associazione».

«L’idea di costituire un sindacato era nata dall’esigenza di una difesa della figura del calciatore, ancora non ben delineata e sufficientemente tutelata, un sindacato che fosse riconosciuto come interlocutore da Federazione e Leghe e che avesse come propri rappresentanti gli stessi calciatori. E di strada l’AIC, in 50 anni, ne ha fatta davvero molta, prima sotto la presidenza di Sergio Campana e, dal maggio del 2011, di Damiano Tommasi».

Francesco Totti, Damiano Tommasi, Eusebio Di Francesco (foto Insidefoto.com)

«Oggi sono quasi 3000 i calciatori professionisti riconosciuti dalla legge come veri e propri lavoratori subordinati, calciatori che possono vantare moltissime tutele grazie al sopracitato gruppo di campioni che fondò l’Associazione e a tutti coloro che, negli anni, hanno partecipato con impegno al raggiungimento di traguardi determinanti per la categoria».

«L’Associazione Italiana Calciatori tutela gli interessi “morali, professionali ed econo­mici” di tutti i calciatori professionisti di Serie A, B e Lega Pro, e dal 2000, anche i calciatori del settore dilettanti (compresi Calcio Femminile, Calcio a 5 e Beach Soccer) direttamente attraverso gli interventi dalle sedi di Vicenza e Roma, tramite il proprio Ufficio Legale, e avvalendosi anche della collaborazione di una rete di avvocati Fiduciari che danno assistenza ai calciatori iscritti, nelle vertenze economiche contro le società, nel disbrigo delle pratiche di infortunio ed altro. Con più di 17.000 iscritti è l’unica Associazione di categoria presente in Italia».

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here