nuovo stadio Firenze
Coreografia dei tifosi della Fiorentina (foto Insidefoto.com)

Bilancio Fiorentina 2017 – Le plusvalenze da record spingono i conti della Fiorentina. Nell’esercizio chiuso il 31 dicembre 2017, la società toscana ha infatti avuto un risultato record sia come fatturato che come risultato netto, chiudendo il bilancio in forte utile.

Nel dettaglio, il bilancio dell’esercizio chiuso al 31/12/2017 evidenzia un risultato positivo al netto delle imposte per € 35.573.227, in decisa crescita rispetto alla perdita per € 2.736.769 del 2016.

Nel corso del 2017, la Fiorentina ha avuto ricavi per 184,7 milioni di euro (184.779.269), in aumento del 36,4% rispetto ai 135,4 milioni di euro (135.445.973) del 2016.

bilancio fiorentina 2017

Una crescita su cui ha avuto particolare impatto il mercato: la Fiorentina ha infatti incassato plusvalenze per 88,7 milioni di euro, record per la società, rispetto ai 31,8 milioni del 2016.

bilancio fiorentina 2017

Tra i principali affari, entrano nella top10 le cessioni di Bernardeschi (39,1 milioni di euro di plusvalenza), Vecino (22,7 milioni) e Kalinic (16,5 milioni): per l’attaccante croato, le cui condizioni per il riscatto da parte del Milan sono scattate nel febbraio 2018, la società viola ha incassato ulteriori 2,5 milioni come bonus. Per quanto riguarda Vecino, invece, la Fiorentina ha dovuto versare 3,1 miloni al Club Nacional de Football come premio trasferimento.

bilancio fiorentina 2017

Tra gli altri ricavi, gli incassi per gare sono scesi dell’11% a 7,7 milioni a causa dei minori abbonamenti (da 20.154 tessere per 4,9 milioni di ricavi a 15.140 tessere per 4,4 milioni) e a causa della mancata partecipazione alle competizioni europee nella stagione 17/18.

I ricavi da diritti tv sono valsi 54,4 milioni, in linea con l’esercizio precedente (-0,5 milioni): per la stagione sportiva 2016/2017 sono stati contabilizzati 52,5 milioni di ricavi relativi a questa voce, mentre per la stagione in corso (2017/18) l’incasso viene prudenzialmente stimato in 51 milioni per quanto riguarda il primo semestre. Infine, i ricavi di sponsorizzazione sono saliti del 13% a 8,9 milioni di euro: il main sponsor Vorwerk ha versato 3 milioni di euro, mentre lo sponsor tecnico Le Coq Sportif 3,9 milioni.

bilancio fiorentina 2017

I costi sono scesi, passando dai 137,6 milioni del 2016  128,9 milioni di euro. In particolare, sono scesi i costi del personale, scesi da 73 a 63,5 milioni di euro: l’impatto è pari al 66,1% dei ricavi, contro il 70,4% del 2016.

Nel dettaglio, 42,1 milioni di euro (-3,9) fanno riferimento ai compensi contrattuali calciatori, 7,4 milioni (-6,6) ai bonus legati ai risultati sportivi per i calciatori a 5,3 milioni (+0,2) ai compensi contrattuali allenatori, tecnici e altri tesserati.

bilancio fiorentina 2017

Gli ammortamenti sono saliti da 28,7 a 30,1 milioni di euro: di questi, quelli legati ai calciatori sono passati da 26,7 a 28,1 milioni, legati agli acquisti per 69 milioni effettuati tra i mercati di gennaio e di luglio. In particolare, l’acquisto più costoso è risultato essere quello di Simeone dal Genoa (16 milioni), seguito da Benassi (10 milioni al Torino), Victor Hugo (8 milioni al Palmeiras) e Veretout (7,1 milioni all’Aston Villa).

Il risultato netto è risultato essere così positivo per 35,5 milioni di euro: si tratta del miglior risultato a bilancio dell’era Della Valle, con il passivo complessivo dal 2003 che si riduce a 116 miloni di euro.

bilancio fiorentina 2017

Per quanto riguarda i ricavi, le plusvalenze hanno pesato per il 48%, mai così alte: la media dal 2003 è pari al 19,8%, con 282 milioni di plusvalenze su ricavi per 1,4 miliardi.

 

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here