(Alterphotos / Insidefoto)

A seguito di un’operazione su larga scala che ha coinvolto 120 membri del personale del Barcellona, ​​quasi 3000 soci sono stati sospesi per aver falsificato dei biglietti per il Clasico. Come riporta “Marca”, la frode è costata al club una cifra che si aggira attorno agli 1,5 milioni di euro.

Biglietti falsi Clasico, sequestrati 2.823 tagliandi

«È la più grande ed efficace azione contro la frode e la rivendita che sia mai stata effettuata», ha spiegato Josep Vives, portavoce del club. Dopo la riunione ordinaria del Consiglio di amministrazione, la società ha sequestrato 2.823 biglietti falsificati il 6 maggio, rappresentanti il 3,4% dei biglietti totali. «Si tratta di ingressi contraffatti basati sugli abbonamenti, realizzati attraverso mezzi e metodi sofisticati».

Il Barcellona a favore del nuovo Mondiale per Club: «Torneo eccitante»

Biglietti falsi Clasico, due le irregolarità rilevate dalla commissione disciplinare

Con effetto immediato, il Barcellona ha sospeso provvisoriamente i circa 3.000 soci coinvolti e ha notificato ai soggetti l’avvio di un’azione disciplinare. Dopo aver svolto tutte le ricerche necessarie, gli abbonamenti ritirati saranno riservati ai membri in lista d’attesa. Nel frattempo, l’identità dei proprietari dei biglietti falsi è già nelle mani della commissione disciplinare, che ha rilevato due irregolarità. Da un lato, la manipolazione e la falsificazione di un documento ufficiale del club e, dall’altro, la rivendita dello stesso.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here