Fassone risposta intervista Sala Milan, rinnovata partnership con Snaitech
L'amministratore delegato del Milan, Marco Fassone (Insidefoto.com)

Nella giornata di ieri è andata in scena a Casa Milan un’assemblea straordinaria dei soci del Milan, convocata in particolar modo per riscadenziare il bond di Elliott. Un’assemblea durata circa 30 minuti, in cui erano presenti il consigliere d’amministrazione Roberto Cappelli, che ha presieduto l’assemblea, e l’amministratore delegato rossonero Marco Fassone.

Milan, l’assemblea dei soci riscadenzia il bond di Elliott al 2019

Pareggio di bilancio Milan, il breakeven potrebbe arrivare tra due anni

Tra gli argomenti trattati – tra i quali ha spiccato la nuova scadenza del bond Elliot – Marco Fassone ha voluto fare il punto della situazione sul futuro bilancio del club rossonero. L’amministratore delegato della società ha chiarito che non c’è alcun bisogno di vendere per esigenze di bilancio: ciò significa che se dovesse partire qualcuno sarà solo per scelta tecnica. Un bilancio che dovrebbe chiudersi, da previsione, con un -80/90, che dovrebbe diventare -55/60 il prossimo anno. Il pareggio di bilancio si proverà a raggiungere tra due anni, soprattutto nel caso in cui dovesse arrivare la qualificazione alla “santa Champions”, così definita dallo stesso Fassone.

Il Milan al lavoro per la seconda squadra in Lega Pro dal 2018/19

Pareggio di bilancio Milan, l’era Berlusconi si era chiusa con un passivo di 74,9 milioni di euro

L’ultimo bilancio dell’era Berlusconi si era chiuso con un passivo di 74,9 milioni di euro, mentre la semestrale relativa alla situazione finanziaria al 31 dicembre 2017 aveva fatto registrare un aumento dei ricavi e un calo del rosso rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In totale, l’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2017 ammontava a 165 milioni di euro, contro i 141.2 milioni al 30 giugno 2017.

2 COMMENTI

  1. Continua a sfuggirmi qualcosa: se non vengono venduti giocatori con plusvalenza (i nomi sono sempre gli stessi), il prossimo rosso di Bilancio da -80/90 milioni chi lo ripiana?
    Perchè nessuno fa questa domanda a Fassone?