Great Wall potrebbe diventare uno dei main sponsor del Milan
Great Wall potrebbe diventare uno dei main sponsor del Milan

Great Wall Motors, uno dei principali produttori cinesi di auto, potrebbe diventare uno dei main sponsor del Milan, andando a prendere il posto di Audi, il cui rapporto con il club rossonero si è interrotto nei mesi scorsi dopo anni di collaborazione.

Lo riporta MilanNews, secondo cui oltre a diventare in prima battuta fornitore ufficiale del club, Great Wall si candiderebbe in futuro al ruolo di main sponsor del Milan.

Attualmente il main sponsor del Milan è la compagnia aerea di Dubai, Emirates, alla quale il club rossonero è legato da un contratto la cui scadenza è fissata al 2020.

Nel bilancio 2016 del Milan, l’ultimo disponibile su base di 12 mesi (quello al 30 giugno 2017 copre solo 6 mesi), l’accordo con Emirates ha fruttato 15,08 milioni di euro (12,87 milioni nel 2015) comprensivi di 1,08 milioni per premi erogati in funzione del raggiungimento di specifici risultanti sportivi (la vittoria della Supercoppa italiana contro la Juventus a dicembre 2016).

Milan, avanti con Emirates senza retro sponsor. E sui naming rights di Milanello…

Secondo quanto indicato a Calcio e Finanza dal chief commercial officer del Milan, Lorenzo Giorgetti, lo scorso ottobre, il Milan proseguirà nel rapporto di sponsorizzazione in essere con Emirates.

Il Milan, secondo quanto indicato da Giorgetti, non ha nemmeno in programma di seguire l’esempio di altri club della Serie A cercando un retro-sponsor per la divisa ufficiale.

Qualche riflessione era stata fatta invece sulla possibilità di cedere ad un partner i naming rights del centro di allenamento di Milanello, che in tutte le ricerche di mercato effettuate dall’ufficio marketing del club viene percepito come una sorta di Eden del Milan.

«Nell’ambito della nostra proposta commerciale stiamo preparando un format relativo a Milanello che abbia però anche contenuti che vadano oltre la semplice cessione dei naming rights», aveva spiegato Giorgetti.

PrecedenteSerie A, dove vedere Inter-Napoli in Tv e in streaming
SuccessivoRanking Uefa, l’Italia allunga ancora sulla Germania: Spagna in testa