Premier League BT solidarietà

Gli ultimi due pacchetti dei diritti televisivi della Premier League potrebbero essere uniti e venduti insieme. Lo riporta “Italia Oggi”, che spiega come la mossa della maggiore competizione calcistica inglese potrebbe arrivare a breve con lo scopo di ingolosire broadcaster oppure over the top e concludere così con un colpo di scena l’asta che è iniziata alla fine dello scorso anno.

Premier League, assegnati i diritti tv 2019/22: Sky e BT pagheranno 4,6 miliardi

Diritti Tv Premier League, a Sky e Bt i primi cinque pacchetti

La scorsa settimana infatti Bt e Sky Uk si sono aggiudicati anche per il triennio 2019-2022 la maggior parte dei diritti televisivi del massimo campionato inglese, offrendo in totale 4,64 miliardi di sterline, circa 5 miliardi di euro, per cinque dei sette pacchetti a disposizione. Ma i rimanenti due pacchetti da 20 partite ciascuno restano appetibili per entrambi. Perché – ad esempio – è vero che Sky Uk ha tutti i diritti delle partite, ma non tutti in diretta visto che in Uk si compongono i pacchetti con un po’ di live e le differite.

Diritti tv, mercato saturo. La Premier League non cresce più

Diritti Tv Premier League, un superpacchetto per attirare i broadcaster

I due pacchetti rimasti, qualora venissero uniti in un unico grande pacchetto, conterrebbero 40 partite live, la differita per tutti i 380 match della competizione e in più le clip dei gol quasi in tempo reale. Ma soprattutto nel pacchetto sarebbero comprese le partite di sei delle squadre big della competizione. Il broadcaster potrebbe perciò giudicare utile avere i live. La speranza però è che in questo modo si faccia avanti finalmente Amazon, la cui partecipazione era data per scontata già prima dell’asta, con un’offerta ritenuta accettabile. Amazon, infatti, si sarebbe già presentata ma con una cifra ridotta rispetto alle attese.

Premier League, il mercato dei naming rights vale 135 milioni di sterline

Diritti Tv Premier League, ottimi risultati dalla vendita dei pacchetti all’estero

Nel dettaglio, a Bt è stato assegnato un pacchetto per un totale di 32 partite per il quale pagherà 885 milioni di sterline (994,1 milioni di euro), mentre Sky avrà 4 pacchetti per 128 gare a fronte del pagamento di 3,58 miliardi di sterline (circa 4 miliardi di euro). In ogni caso la Premier ha già visto un balzo dei ricavi dai diritti venduti all’estero con contratti già fi rmati con Cina, Stati Uniti, Sud Africa e Brasile. L’accordo con la Cina è salito di dieci volte in valore, passando da 70 milioni a 700 milioni di dollari per il triennio (da 56 a 564 milioni di euro), mentre la Nbc ha stretto un’intesa da 1 miliardo di dollari per sei anni. Anche Brasile e Sudafrica hanno fatto registrare aumenti significativi, mentre è in corso di negoziazione la vendita in altri 75 paesi.