Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso

Milan cade anche a Verona e rimedia tre gol dall’Hellas. Gennaro Gattuso non cerca scuse e non minimizza il tracollo dei rossoneri.

«Abbiamo fatto una figuraccia» commenta a fine gara il tecnico rossonero. «Per 25 minuti – aggiunge – abbiamo creato tantissimo, poi abbiamo pagato il primo episodio a loro favorevole. Il secondo gol ci ha tagliato le gambe. Sono dell’idea che sino al raddoppio del Verona la squadra abbia fatto una buona partita, anzi meritavamo noi di passare in vantaggio. E poi, come capita spesso, siamo crollati dopo la prima difficoltà».

E proprio questa incapacità di reagire, una volta sotto nel punteggio, sembra essere il nervo più scoperto dei rossoneri. «Non riusciamo a reagire – ribadisce Gattuso – o se reagiamo diamo la sensazione di essere confusionari e arruffoni. E questa cosa non mi piace. La figuraccia resta, ora bisogna guardare avanti».

Gattuso non crede però che il Milan peggiore della stagione abbia a che vedere con il caso di Donnarumma e le difficoltà per il club arrivate dal no della Uefa. «Sarebbe più facile dire sì – risponde – ma non è vero. I giocatori percepiscono lo stipendio ogni mese, la società è molto presente e molto brava e nello spogliatoio le problematiche non le tocchiamo con mano. Dobbiamo solo pensare a giocare meglio».