date recuperi prima giornata Serie A
Una coreografia dei tifosi della Sampdoria durante un derby (Foto: Insidefoto)

Con il 3-2 sulla Juventus campione d’Italia in carica, la Sampdoria ha rinforzato il proprio sesto posto in classifica, 7 punti sopra il Milan settimo e con una partita da recuperare. Un risultato straordinario per gli uomini di Giampaolo che, con un organico sicuramente inferiore rispetto alle cosiddette “big” stanno dimostrando, almeno per ora, di non essere assolutamente da meno.

(Insidefoto.com)

Così i blucerchiati contro i bianconeri hanno potuto festeggiare il sesto successo su 6 partite giocate in casa, un ruolino di marcia da far invidia a qualsiasi capolista. Guardando in giro per l’Europa si può notare infatti che come la squadra di Giampaolo hanno fatto solo Barcellona, Arsenal, Manchester United – sei vittorie su sei tra le mura amiche – e Psg (sette su sette): tutte le altre – anche colossi miliardari come Bayern Monaco, Manchester City e Real Madrid – hanno combinato molto meno.

Spettatori Sampdoria, media in aumento rispetto allo scorso anno

A questi risultati ha contribuito senza dubbio un pubblico ritrovato che, in barba alle divisioni del passato e alle televisioni, sta spingendo la squadra sempre più in alto, come i numeri dimostrano. «Il pubblico ci ha aiutati a vincere», ha assicurato Zapata sul finire del suo pomeriggio magico contro la Juventus. «La gradinata è davvero il dodicesimo uomo in campo, non è un luogo comune», ha confermato l’altro goleador di giornata Ferrari. E mai come quest’anno le presenze al Ferraris stanno dimostrando questo trend.

Sampdoria Juventus 3-2, Giornata 13 Serie A TIM 2017-2018 [VIDEO HIGHLIGHTS]

Fino ad ora la Samp, in casa, ha portato allo stadio 126.129 spettatori, per una media di 21.022 a partita. Ben 2.000 in più rispetto alla media dello scorso anno, attestatasi attorno ai 19.000 tifosi. Il picco massimo è stato raggiunto proprio nella partita con la Juventus, con 28.786 presenti. Numeri da capogiro, che in casa Samp si spera siano destinati a crescere, per una Genova a tinte blucerchiate che non vuole smettere di sognare.