dove vedere qualificazioni mondiali 2018 Tv streaming

Sorteggio e premi Mondiali. Per la prima volta da 60 anni a questa parte, la Nazionale italiana non parteciperà ai Mondiali di calcio. Non succedeva dal 1958, quando gli Azzurri furono eliminati dal gruppo con Nord Irlanda (qualificata) e Portogallo.

Dunque nel 2018 torneremo ad essere spettatori di una manifestazione che, in un modo o nell’altro, ci ha sempre visto protagonisti. In Russia si giocherà dal 14 giugno al 15 luglio; per noi ci sarà giusto il tempo di qualche partita amichevole con le squadre che al Mondiale ci andranno.

Gli azzurri in lacrime al termine del pareggio 0-0 con la Svezia (Insidefoto.com)

Italia o no, l’organizzazione di Russia 2018 prosegue e il primo dicembre il Cremlino sarà sede del sorteggio della fase finale. Se ci fossimo qualificati saremmo finiti in seconda fascia. Non sarebbe stato facile il sorteggio, col rischio di pescare Brasile o Germania dalla prima. La Svezia si posizionerà invece in terza. Come riportato da “La Gazzetta dello Sport”, rispetto alle edizioni precedenti, le quattro fasce – esclusa la Russia testa di serie per diritto – saranno determinate con il ranking “puro”, senza composizioni geopolitiche.

Sorteggio e premi Mondiali, l’edizione più ricca della storia

Un intervento comunque ci sarà, perché ogni gruppo dovrà contenere nazionali di continenti diversi, esclusa l’Europa che, con 14 squadre, ne avrà per forza due in 6 gruppi su 8. Mancano ancora tre nazionali all’appello, tra cui un’europea tra Danimarca e Irlanda, e due che arriveranno dagli spareggi intercontinentali – probabilmente Perù e Australia – motivo per cui qualcosa nella composizione delle fasce potrebbe cambiare.

Anche i premi della manifestazione non ci riguarderanno. Quelli dell’edizione 2018 saranno i più ricchi di sempre. Il montepremi sarà di 400 milioni di dollari più 48 per le spese delle nazionali. In totale 448 milioni, ad ora circa 385 milioni di euro. Partecipare vale 9,5 milioni di dollari; chi vince arriva invece a 39,5 milioni. Il tracollo, oltre che sportivo, sarà economico.