Ci sarebbero anche le attività internazionali del gruppo 21st Century Fox, tra cui Star Network in India e la pay-tv paneuropea Sky Plc, al centro dei colloqui tra il gruppo controllato dal magnate australiano Rupert Murdoch e il colosso Usa dei media Disney, cui fa capo, tra l’altro il network sportivo ESPN.

Secondo quanto riportato dal canale finanziario CNBC, al momento la discussione si sarebbe interrotta, ma nelle settimane scorse Disney avrebbe intavolato colloqui con Murdoch per rilevare buona parte degli asset della 21st Century Fox, ad eccezione di quelle legate all’informazione (Fox News) e allo sport (Fox Sports) nel mercato nordamericano, anche per ragioni antitrust.

Le ragioni strategiche del matrimonio Disney – 21st Century Fox

Secondo CNBC, che non esclude una ripresa delle trattative, la motivazione sarebbe da ricercare in un quadro di mercato che a livello globale vede avanzare nel mondo dei contenuti colossi come Netflix, Amazon, ma anche Facebook e Google.

E il deal, in tal senso, andrebbe incontro alle esigenze sia di Fox sia di Disney. Per la prima, la presenza sul mercato dei giganti dell’on demand starebbe secondo le ricostruzioni spingendo la società a volersi concentrare sul versante news.

Lato Disney, se l’affare dovesse andare in porto la società metterebbe le mani sulla casa di produzione cinematografica 20th Century Fox, ma anche tutta la produzione tv, compreso il network di Sky in Europa e i canali FX e National Geographic. Una dotazione non indifferente che rappresenterebbe un plus visto l’avvio nel 2019, da parte di Disney (che di suo possiede canali come Abc o come lo sportivo ESPN), di un servizio separato (in streaming) dedicato ai film.

espn tagli crisi pay tv usa
Gli studi di ESPN

La 21st Century Fox, dal canto suo, è in attesa di portare a termine il takeover sulla totalità di Sky Plc (di cui Rupert Murdoch ha il 39%). Per ora il deal è nelle mani delle autorità Uk.

Gli impatti su Sky secondo gli analisti di Credit Suisse

Secondo gli analisti di Credit Suisse, i colloqui tra Murdoch e Disney potrebbero aumentare l’incertezza sul futuro di Sky. Disney – spiegano gli esperti della banca d’affari – potrebbe desiderare che Sky sia parte di una propria offerta a livello internazionale, ma un accordo potrebbe anche aumentare la sua esposizione al mercato delle pay-tv tradizionali che è attualmente sotto pressione.

«Non è chiaro se i principali azionisti di Disney saranno d’accordo e dare il loro sostegno all’operazione su questo punto», sottolineano gli analisti del Credit Suisse.

La Disney sta infatti combattendo contro la flessione degli abbonati di ESPN, il suo network più grande, e sta progettando di lanciare servizi di streaming video diretti a un pubblico più giovane meno propenso a sottoscrivere le offerte tradizionali via cavo e satellite.