L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri
L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri

«Mi piacerebbe vedere undici facce di “ca**o” che palleggiano sulla faccia del Manchester City». Maurizio Sarri usa toni diretti per spiegare che cosa chiederà domani alla sua squadra nell’impegno di Champions contro gli inglesi. «Avremo da passare – dice – una serata complicata, dura. L’ unica cosa che chiedo ai miei giocatori è di non aver paura, ma solo il giusto timore degli avversari, perché il timore ti dà concentrazione e tensione, mentre la paura ti paralizza. Ci vorrà tanta applicazione difensiva, ma vorrei vedere un po’ di sana follia, anche se loro sono i più forti».

«In chiave qualificazione», ha poi spiegato l’allenatore del Napoli, «la gara di domani è per noi quella meno importante. Il City è di un altro livello rispetto alle altre, dovrebbe vincerle tutte e sei. Per noi determinanti sono gli scontri con le altre due».

«Se però qualcuna delle altre», ha aggiunto il tecnico nel corso della conferenza stampa alla vigilia della sfida con la squadra di Pep Guardiola, «riesce a strappare qualche punto agli inglesi si mette in una situazione di vantaggio. Perciò noi dovremo essere sfrontati, tentare di fare il nostro gioco, cercare l’impresa impossibile».