dove vedere Austria Vienna-Milan Tv streaming
Esultanza dei giocatori del Milan (foto Insidefoto.com)

«Non andare in Champions League non sarebbe un dramma perché alla Uefa ho presentato anche dei piani che non prevedono la qualificazione alla Champions, ma avere 40 milioni di euro di fatturato in più sarebbe… positivo (sorride, ndr) e ci consentirebbe di non dover pensare alla cessione di un giocatore».

Così l’amministratore delegato del Milan, Marco Fassone, in un’intervista rilasciata al Guerin Sportivo, ha fatto il punto sugli obiettivi di stagione della società rossonera e sulle possibili ripercussioni che la mancata qualificazione alla Champions League 2018-2019 potrebbe avere sui conti del club.

Fassone risposta intervista Sala Milan, rinnovata partnership con Snaitech
L’amministratore delegato del Milan, Marco Fassone (Insidefoto.com)

«Juventus e Napoli sono più forti delle altre e la nostra corsa per entrare nelle prime quattro la dobbiamo fare su Roma, Inter e Lazio. Quando si inizia un nuovo progetto sono consapevole che ci vuole tempo e non si vince al primo anno, ma cercheremo di dar fastidio a tanti», ha aggiunto Fassone nell’intervista, uscita alla vigilia del derby di domenica prossima contro l’Inter.

«Vogliamo che i nostri giocatori mettano in campo tutte le energie e il sudore possibili, che diano insomma sempre il massimo per rispettare i tifosi e la storia di questo grande club», ha affermato l’amministratore delegato rossonero, che ha parlato anche del prossimo mercato: «Il prossimo anno, poi, inseriremo altri 2-3 elementi nei ruoli che l’allenatore e Mirabelli riterranno più opportuni».

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here