Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018
(foto Insidefoto.com)

Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018 – Non è stato il mercato di soli top player che i tifosi dell’Inter si aspettavano (e che la stessa società aveva lasciato intuire potesse essere), ma l’estate nerazzurra è stata comunque movimentata. Non sono mancati infatti gli acquisti, in un calciomercato che tuttavia si è rivelato più equilibrato per i conti del club di Suning di quanto si potesse immaginare, tra problemi di FPF e le notizie che sono arrivate dalla Cina.

La campagna trasferimenti estiva 2017-2018 ha visto la società nerazzurra procedere all’acquisto (a titolo definitivo o in prestito con diritto/obbligo di riscatto) di dieci nuovi giocatori per un valore complessivo (bonus e riscatti esclusi) di 86,7 milioni.

inter spettatori san siro fiorentina
L’esultanza di Mauro Icardi (foto Insidefoto.com)

Sul fronte delle cessioni, i giocatori ceduti (a titolo definitivo o in prestito con varie formule, senza considerare i giocatori in scadenza di contratto e considerando gli acquisti che rientreranno nel bilancio al 30 giugno 2018) sono 7, per entrate complessive pari a 25,7 milioni: 19 milioni per le cessioni a titolo definitivo più 6,7 milioni per i prestiti di Murillo, Biabiany, Ansaldi e Gabigol.

Il saldo tra entrate e uscite è dunque pari a -61 milioni. Ma quale sarà il reale impatto del calciomercato sul bilancio dell’Inter per la stagione 2017-2018? Abbiamo provato a calcolarlo stimando quanto cambia il costo allargato della rosa (stipendi lordi + ammortamenti e costo prestiti) rispetto alla stagione 2016-2017 e analizzando l’impatto delle plusvalenze e dei ricavi da prestito sul fatturato del club per l’esercizio in corso.

Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018, monte ingaggi in calo del 16%

Considerando anche gli svincolati e i giocatori ceduti prima del 30 giugno (il cui stipendio però è stato, come ovvio, pagato per intero nello scorso bilancio), il mercato dell’Inter ha portato ad un calo del monte ingaggi, passando da circa 93,7 milioni di euro lordi a circa 79 milioni lordi, con una variazione del 16%. Si tratta ovviamente di dati ufficiosi, non essendo gli stipendi dei calciatori pubblici, ma tratti da fonti giornalistiche comunemente considerate attendibili.

inter giocatori valori bilancio
Ivan Perisic e Mauro Icardi (Insidefoto.com)

Mauro Icardi resta il giocatore più pagato, in attesa delle trattative per il rinnovo di Ivan Perisic.

Stipendi calciatori Inter 2016-2017

Giocatore Ruolo Stipendio netto Stipendio lordo
Icardi A 4,5 8,3
Kondogbia C 3,5 6,5
Banega C 3,0 5,6
Perisic A 3,0 5,6
Miranda D 3,0 5,6
Joao Mario C 2,7 5,0
Gabriel Barbosa A 2,7 5,0
Brozovic C 2,5 4,6
Handanovic P 2,5 4,6
Palacio A 2,4 4,4
Candreva A 2,2 4,1
Eder A 1,8 3,3
Jovetic* A 1,8 3,2
Biabiany A 1,6 3,0
Medel C 1,6 3,0
Ansaldi D 1,5 2,8
Santon D 1,5 2,8
Murillo D 1,3 2,4
Nagatomo D 1,3 2,4
Melo* C 1,3 2,3
Ranocchia* D 1,2 2,2
D’Ambrosio D 1,2 2,2
Andreolli D 1,0 1,9
Carrizo P 0,8 1,4
Gagliardini* C 0,6 1,1
Berni P 0,2 0,4
Pinamonti A 0,1 0,2
Miangue* D 0,0 0,1
TOTALE   50,7 93,8
*stipendio di sei mesi
Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018
Borja Valero, nuovo centrocampista dell’Inter (foto Insidefoto.com)

Stipendi calciatori Inter 2017-2018 (aggiornato alla chiusura della campagna trasferimenti estiva)

Giocatore Ruolo Stipendio netto Stipendio lordo
Icardi A 4,5 8,3
Perisic A 3,0 5,6
Miranda D 3,0 5,6
Joao Mario C 2,7 5,0
Brozovic C 2,5 4,6
Handanovic P 2,5 4,6
Ranocchia* D 2,4 4,4
Borja Valero C 2,2 4,1
Candreva A 2,2 4,1
Cancelo D 2,0 3,7
Gabriel Barbosa*** A 1,9 3,5
Eder A 1,8 3,3
Vecino C 1,7 3,1
Gagliardini* C 1,5 2,8
Santon D 1,5 2,8
Nagatomo D 1,3 2,4
Skriniar D 1,2 2,2
Dalbert D 1,2 2,2
D’Ambrosio D 1,2 2,2
Karamoh  A 1,0 1,9
Pinamonti** A 0,5 0,9
Padelli P 0,5 0,9
Berni P 0,2 0,4
Odgaard C 0,1 0,2
Zaniolo A 0,1 0,2
TOTALE   42,7 79,0
*stipendio annuale
**adeguamento
***Inter paga 2/3 dell’ingaggio

Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018, ammortamenti in aumento del 4%

L’acquisto di nuovi giocatori a titolo definitivo a valori importanti, come ad esempio Vecino e Dalbert, e le poche cessioni di calciatori a titolo definitivo dovrebbero portare ad un aumento di questa voce di costo sul bilancio 2017-2018 dell’Inter.

Nel dettaglio gli ammortamenti dovrebbero passare da 67,7 milioni a 70,4 milioni (con un aumento di circa 2,7 milioni, pari al 3,9%), mentre il costo dei prestiti dovrebbe salire da 1 milione (Gagliardini) a 2 milioni (Gagliardini e Karamoh).

Ammortamenti/costo prestiti 2017-2018 72,41
Ammortamenti/costo prestiti 2016-2017 68,73
Differenza 3,68
Variazione % 5%

Vediamo ora il dettaglio giocatore per giocatore mettendo a confronto la rosa della stagione 2016-2017 con quella 2017-2018.

inter

Inter, ammortamenti e costo prestiti 2016-2017

Giocatore Ruolo Ammortamento/Costo prestito
Joao Mario C 9,0
Kondogbia C 8,5
Candreva A 6,3
Gabriel Barbosa A 5,9
Jovetic A 5,4
Miranda D 4,4
Perisic A 3,2
Eder A 3,0
Ansaldi D 2,8
Medel C 2,5
Melo** C 1,2
Palacio A 2,0
Dodò D 1,8
Murillo D 1,6
Banega C 1,5
Icardi A 1,2
Santon D 1,2
Handanovic P 1,2
Caprari A 1,1
Brozovic C 1,1
Gagliardini* C 1,0
D’Ambrosio D 0,9
Juan Jesus D 0,8
Ranocchia D 0,5
Nagatomo D 0,5
Andreolli D 0,1
Carrizo P 0,1
Gnoukouri C 0,0
Miangue D 0,0
Berni P 0,0
Biabiany A 0,0
TOTALE 68,7
*costo prestito
**sei mesi
commissione gabigol inter
Gabriel Barbosa all’esordio con la maglia dell’Inter (Insidefoto.com)

Inter, ammortamenti e costo prestiti 2017-2018 (aggiornato alla chiusura della campagna trasferimenti estiva)

Giocatore Ruolo Ammortamento/Costo prestito
Joao Mario C 9,0
Kondogbia C 8,5
Candreva A 6,3
Vecino C 6,0
Gabriel Barbosa A 5,9
Skriniar D 4,6
Miranda D 4,4
Dalbert D 4,0
Perisic A 3,2
Eder A 3,0
Ansaldi D 2,8
Bastoni D 2,0
Borja Valero C 1,8
Murillo D 1,6
Icardi A 1,2
Santon D 1,2
Handanovic P 1,2
Brozovic C 1,1
Gagliardini* C 1,0
Karamoh* A 1,0
D’Ambrosio D 0,9
Ranocchia D 0,5
Nagatomo D 0,5
Zaniolo C 0,3
Odgaard C 0,3
Gnoukouri C 0,0
Berni P 0,0
Biabiany C 0,0
Padelli P 0,0
TOTALE 72,4
*costo prestito

Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018, il costo allargato della rosa

Considerando le operazioni di mercato realizzate nella campagna trasferimenti estiva 2017-2018, il costo della rosa dell’Inter (stipendi lordi + ammortamenti + costo prestiti) per la stagione 2017-2018 è dunque pari a 151,4 milioni (79 milioni di stipendi lordi + 72,4 di ammortamenti e costo prestiti) in calo di 11 milioni rispetto ai 162,5 milioni del 2016-2017.

Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018
Luciano Spalletti, Roberto Gagliardin e Matias Vecino (foto Insidefoto.com)

Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018, plusvalenze e incassi dai prestiti

Nel corso della finestra di mercato estiva 2017-2018 l’Inter ha realizzato plusvalenze per soli 2,8 milioni, cui si aggiungono i 6,7 milioni di incasso relativi ai prestiti di Murillo (biennale con obbligo), Biabiany (biennale con obbligo), Ansaldi (biennale con obbligo) e Gabriel Barbosa (annuale con diritto di riscatto).

Giocatore Operazione Prezzo di cessione Plus/Minus Incasso dal prestito
Medel Cessione – Besiktas 3 0,6 0
Jovetic Cessione – Monaco 11 1,1 0
Dodò Riscatto – Sampdoria 5 1,1 0
Murillo Prestito – Valencia 0 0 2
Biabiany Prestito – Sparta Praga 0 0 1
Ansaldi Prestito – Torino 0 0 2
Gabigol Prestito – Benfica 0 0 1,7
TOTALE   19 2,8 6,7

inter jovetic impatto cessione bilancio

L’impatto sul bilancio 2017-2018 dell’Inter, dato dal saldo tra i minori costi legati alla campagna trasferimenti (-5 milioni) e maggiori ricavi (2,8 milioni di plusvalenze + 6,7 milioni di incasso prestiti) è dunque positivo per 20,6 milioni.

Costo della rosa allargato 2017-2018 151,40
Costo della rosa allargato 2016-2017 162,50
Differenza -11,10
Plusvalenze/Minusvalenze 2017-2018 2,80
Ricavi per prestiti 2017-2018 6,70
Impatto calciomercato su bilancio 20,60
Dati in milioni di euro

Calciomercato Inter impatto sul bilancio 2017-2018, considerazioni finali

Niente big, quanto piuttosto l’autofinanziamento. Quello che sembrava dovesse essere il mercato delle grandi spese, alla fine si è rivelato un mercato con attenzione ai conti. I motivi? Sono diversi.

Senza dubbio l’impatto delle limitazioni dalla Cina hanno avuto l’impatto maggiore. Anche prima dell’ufficialità, rispetto a maggio/giugno quando la volontà di Suning era quella di investire pesantemente, nel corso dell’estate è prevalsa la scelta di non muoversi controcorrente rispetto a quelle che erano le volontà statali in Cina, in attesa del prossimo Congresso del Partito Comunista. Da qui la scelta di bloccare le spese extra, con più di un affare saltato nel momento in cui non è arrivato l’ok dall’azienda di Zhang.

Zhang Suning
Zhang Jindong (Foto Insidefoto.com)

Altro aspetto da considerare è senza dubbio il Fair Play Finanziario. Già a luglio vi avevamo spiegato come, per l’Inter, ci fosse l’obbligo di chiudere nuovamente l’esercizio in pareggio ai fini del FPF: obbligo che tuttavia la società nerazzurra aveva già durante l’estate 2016, quando però a differenza di quest’anno l’impatto a bilancio era nettamente sbilanciato. La situazione per il 2016 sembra sia stata sistemata solo a giugno, con alcune sponsorizzazioni e le cessioni dei vari Banega e Caprari, oltre che di alcuni giovani. Probabilmente cedere meglio alcuni dei giocatori in rosa avrebbe portato ad un mercato in entrata diverso, seppur comunque senza top player di primissimo livello.

8 COMMENTI

  1. Domanda per la redazione.
    Secondo voi questa limitazione ai capitali cinesi è solo una cosa del momento, dettata dalla particolare situazione politica in Cina, oppure avrà ripercussioni negative durature sugli investimenti di Suning?
    In soldoni, considerando questo problema e il Fair Play Finanziario, realisticamente c’è da aspettarsi un mercato al ribasso “autofinanziato” anche per i prossimi anni, o c’è qualche speranza che si torni a investire “pesantemente”?

    • La situazione è cambiata così tante volte nelle ultime settimane che è davvero difficile prevedere cosa succederà. Certo arrivare in Champions League potrebbe aiutare.

      • Intanto grazie per la risposta.
        Comunque situazione davvero delicata. Il futuro e le ambizioni dell’Inter (e del milan) dipendono in grandissima parte da quello che verrà deciso il 18 ottobre. Speriamo bene

  2. Fra le cifre maggiori, secondo gli accordi di pagamento trapelati per i cartellini, mi risulta ciò a bilancio per il 2017-18.
    Acquisti: J.Mario 17, Skriniar 13 (o forse 23 dalle dichiarazioni di Ferrero), Dalbert 20 (dilazione non dichiarata), Vecino 12 (pagamento biennale), B.Valero 5.5, Gagliardini 1, Karamoh 1
    (Kondogbia 12 triennale bonus raggiunti, Candreva 5.5 quadriennale )
    Obbligo Riscatto Gagliardini 20
    Cessioni (Dodò 5.5, J.Jesus 8), Medel 2.5, Jovetic 11 Ansaldi 2 (Diritto Kondogbia 25) G.Barbosa 1.7 (diritto+25)
    Disavanzo 80MLN (virtuale 30)

    Sui 30mln di Barbosa 2016-17 riservo qualche dubbio sulla totale messa a bilancio vista la natura tripartita del cartellino.

  3. Scusate come mai non viene citato banega all’interno di queste liste di giocatori? Non dovrebbe essere una plusvalenza del 100%? È inserita nello scorso esercizio di competenza?

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here