Lega Pro Serie C sciopero revocato. Campionato di serie C al via regolarmente nel prossimo fine settimana. L’Associazione italiana calciatori (Aic) ha reso noto di aver deciso la revoca dello stato di agitazione proclamato in precedenza.

“L’auspicio – si legge in una nota della stessa Aic – è che la ritrovata condivisione di una progettualità pluriennale sportiva ed economico-finanziaria sia un buon viatico per le future iniziative di riforma di un sistema calcio che necessiterà del contributo di tutti, Figc, Leghe e componente tecnica”.

Nel comunicato, l’Aic spiega di aver preso tale decisione in seguito alla “decisione della Figc di ristabilire il format a 60 squadre del campionato organizzato dalla Lega Pro per la stagione 2018/2019, attraverso la riduzione del numero di retrocessioni nella corrente stagione”, “all’impegno assunto dal presidente federale a sostenere la posizione dell’Aic sui vari punti da essa sollevati” e alla parziale modifica sull’uso degli over adottata dall’odierna assemblea di LegaPro.

Lega Pro, Gravina: “Sciopero? Per noi si gioca: chi non si presenta perde a tavolino”

Ieri il presidente Gravina si era mostrato inflessibile rispetto all’agitazione dei giocatori.

Ma nel frattempo è arrivata un’altra tegola sull’organizzazione visto che la Vibonese riammessa dalla Corte d’appello della FIGC al campionato ha parzialmente scombinato i piani: una riammissione che ripristina il girone C a 20 squadre.

Caos Lega Pro: la Corte d’Appello FIGC riammette la Vibonese in Serie C