Cagliari-Crotone al Sardegna Arena
(Foto Cagliari Calcio)

Proseguono spediti i lavori per la costruzione della Sardegna Arena, l’impianto che ospiterà le gare casalinghe del Cagliari nella prossima stagione (in attesa dei lavori per il nuovo impianto, che sorgerà al posto del vecchio Sant’Elia).

Dopo quasi 3 mesi di lavoro, sono state completate la struttura portante della Main Stand, l’involucro esterno di quello che sarà il cuore funzionale della Sardegna Arena (contenendo al suo interno in due piani spogliatoi, sale mediche e antidoping, sala stampa, aree svago per bambini, tre sale hospitality per catering ricevimenti e Sky Box), così come sono stati montati i gradoni in legno lamellare su cui poggeranno le sedute ed è stata terminata la copertura che ora andrà rivestita esternamente. Per completare la costruzione dello stadio mancano il posizionamento delle torri faro, le rifiniture della Main Stand e dell’hospitality e il montaggio dei seggiolini della Curva Nord.

(Foto Cagliari Calcio)
(Foto Cagliari Calcio)

Negli ultimi giorni, sono iniziati i lavori anche per il terreno di gioco, che sarà distante poco più di sette metri dagli spalti. Dopo aver creato lo strato drenante inferiore del campo e predisposto l’impianto di irrigazione, sono stati srotolati i tappeti d’erba: ad oggi la metà dei circa 1.300 “rotoli” previsti per terminare l’opera. Il completamento è previsto per metà della settimana prossima: il tipo di erba usato è identico a quello del vecchio Sant’Elia.

(Foto Cagliari Calcio)
(Foto Cagliari Calcio)

“Siamo davvero soddisfatti – il commento dell’Ingegnere Alessandro Gosti, direttore dei lavori, al sito ufficiale del Cagliari Calcio. – La Sardegna Arena è cresciuta e cresce secondo i tempi di realizzazione che avevamo previsto. Non era scontato, stiamo facendo un grande miracolo. Merito anche delle istituzioni che, pure in questa fase, continuano ad offrirci la loro massima collaborazione. Siamo sostanzialmente in linea con i programmi. Abbiamo poco meno di un mese per finire prima che la Commissione di Vigilanza effettui la prima visita di constatazione”.

In questi giorni, sono circa 200 gli operai impegnati nel cantiere. “Se sarà necessario, per questo sprint finale siamo pronti a implementare le squadre”, prosegue Gosti. “C’è tanta curiosità attorno al nuovo stadio e questo fa molto piacere: ci sono sempre tanti tifosi che si avvicinano al perimetro esterno del cantiere per fare foto e video. C’è chi si intrattiene per dare dei consigli: la mia è una direzione di lavoro collegiale”, conclude il direttore dei lavori.

(Foto Cagliari Calcio)
(Foto Cagliari Calcio)

Chiuso il glorioso Sant’Elia, tutti fanno la stessa domanda: quando ci sarà il passaggio di testimone con la Sardegna Arena? “Stiamo procedendo come da crono programma: il nostro obiettivo è consegnare la Sardegna Arena al Cagliari e ai suoi tifosi per la prima interna di campionato”, ovverosia il 10 settembre contro il Crotone.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here