Primo match in International Champions Cup 2017 per il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti che, dopo una gara per larghi tratti dominata, si è fatto raggiungere nei minuti di recupero dall’Arsenal di Arsène Wenger, perdendo poi ai calci di rigore

Parte bene il Bayern, subito al tiro con James Rodríguez, ma la conclusione del colombiano è troppo strozzata e termina fuori. Al 9′ fallo di Ainsley-Maitland Niles su Juan Bernat in area e rigore per il Bayern: dal dischetto, Robert Lewandowski porta in vantaggio i tedeschi.

Replica dei Gunners sull’asse Welbeck – Özil: la conclusione al volo dell’ex Real Madrid è neutralizzata, in presa sicura, da Tom Starke, terzo portiere bavarese. Il Bayern andrebbe ancora in gol con Corentin Tolisso, abile ad inserirsi dalle retrovie su sponda aerea di Thomas Müller, ma la terna arbitrale annulla tra i dubbi dei tedeschi.

Lacazette, acquisto più caro di sempre della storia dell’Arsenal, ci prova in una sola circostanza, ma viene ipnotizzato ancora una volta da Starke.

Se il Bayern non conclude il primo tempo avanti di più reti, però, è per merito della superba prestazione del portiere dell’Arsenal, Petr Čech, che si oppone a ripetizione ai tentativi della squadra di Ancelotti. Nella ripresa l’estremo difensore ceco neutralizza un calcio di punizione dal limite di Alaba, poi, complici i numerosi cambi nella fila del Bayern, l’Arsenal, irrorato da nuove forze giovani, dapprima va vicino al gol con Theo Walcott e poi, sull’asse Ramsey – Iwobi, il centravanti nigeriano va in rete di testa al 94′ e sigla l’1-1 con il quale si conclude il match regolamentare.

Si va ai calci di rigore. Sbagliano Alaba (tiro parato) e Mohamed Elneny (parato), poi sono decisivi gli errori dal dischetto, per il Bayern, di Renato Sanches (traversa) e Bernat (parato), intervallati dalla rete di Iwobi. Vince l’Arsenal.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here