donnarumma trattativa rinnovo milan luglio 2017

Donnarumma cambia procuratore? Davvero il giovane portiere finito al centro di una bufera mediatica dopo la decisione, comunicata da Mino Raiola all’ad del Milan, Marco Fassone, di non rinnovare il contratto con i rossoneri, starebbe valutando di tornare sui suoi passi revocando la procura al super-agente?

Difficile rispondere, anche se sulla stampa di oggi questo scenario non è stato escluso a priori.

Di una cosa, a Milano, sono convinti – scrive ad esempio Repubblica – Donnarumma non vuole lasciare il Milan. Non così. Dopo lo scontro della settimana scorsa, però, rimettere insieme i cocci non è semplicissimo.

Ci sta provando il ds Massimiliano Mirabelli, ci stanno provando i genitori del ragazzo, che le cronache milanesi segnalano indiavolati con Raiola: per le minacce ricevute, le pressioni, il fango scatenato dalla rottura di una settimana fa.

Ieri il cugino di Mino, Enzo Raiola, ha raggiunto il ritiro dell’Under 21 per provare a rasserenare il ragazzo e magari ricomporre i cocci di un rapporto — tra i Donnarumma e i procuratori di Gigio — ormai sfilacciato.

Le parti coinvolte escludono che si possa arrivare alla revoca della procura, ma anche per scongiurare uno scenario simile il cugino di Raiola — formalmente titolare della procura del portiere — ha attraversato l’Europa per raggiungere la Polonia, mentre papà e mamma del ragazzo sono rimasti a Pompei.

E oggi, attraverso il suo profilo Instagram, Enzo Raiola ha risposto pubblicando una foto che lo ritrae assieme a Gigio al termine della partita vinta per 1-0 dall’Under 21 di Gigi Di Biagio contro la Germania, valsa la qualificazione degli azzurrini alla semifinale con la Spagna.

vincenzo-raiola

Un’uscita che sui social sta già scatenando le reazioni stizzite dei tifosi rossoneri, per il “fino alla fine” (slogan utilizzato dalla Juventus) usato dal cugino di Mino Raiola nel post sul suo profilo Instagram.