Mediapro si è aggiudicata i diritti tv della Champions League in Spagna nel prossimo triennio 2018-2021. L’emittente, che trasmetterà le gare su beIN Sports, ha vinto l’asta con un’offerta che oscilla tra 230 milioni e 250 milioni all’anno, secondo quanto riportato dalla stampa specializzata spagnola, per un importo superiore ai 700 milioni nel triennio

Battuta la concorrente principale che era Telefonica.

Si tratta di un accordo a suo modo storico, perchè oltre al valore in crescita del 21%, con l’Uefa che non centra il +30% sul singolo paese ma si accontenta con un cospicuo aumento dell’introito, sarà anche la prima volta in Spagna che la Champions league non verrà trasmessa in chiaro.

Nell’ultimo triennio i diritti spagnoli erano andati a Mediapro, Atresmedia e TV3. Secondo quanto riporta El Pais, inizialmente le tre emittendi avevano presentato un’offerta ancora insieme, ritenuta però troppo bassa dall’Uefa. Così nelle trattative private con la federcalcio europa, Mediapro ha deciso di presentare un’offerta da sola, mettendo sul piatto circa 1,1 miliardi per trasmettere Champions ed Europa League il prossimo triennio su beIN Sports. 

Per Mediapro si tratta di una scommessa che parte da alcuni dati di mercato: la penetrazione della televisione a pagamento in Spagna è molto più alta ora di tre anni fa, i servizi di abbonamento OTT sono stati migliorati e nel triennio un singolo utente potrà vedere 2 partite per giornata visto che si giocherà alle 19 e alle 21 in due fasce orarie differenti.

Come detto tutte le partite saranno pay tv su beIN Sports, ma non si esclude che alcuni match particolari possano essere trasmessi sul canale in chiaro GOL.

Si è chiuso così il round più importante di assegnazioni per la UEFA.

Nel Regno Unito si è rafforzata l’alleanza con BT Sport, in Francia è entrato il nuovo operatore IT Altice. in Germania l’Uefa ha firmato con Sky Deutschland e DAZN, e in Italia con Sky, che si è imposta su Mediaset Premium.

Soprattutto: l’Uefa ha centrato l’aumento del 30% previsto per il ciclo 2018-2021.

Ora si tratta di vedere come questa storica inversione si tradurrà nel panorama audiovisivo tra il pubblico.

Nel 2016, 12 delle 35 trasmissioni più seguite corrispondevano a partite di questo torneo, in particolare la finale del Real Madrid contro l’Atletico Madrid. Il canale ha raggiunto 9.447 milioni di spettatori per la finale di Milano, che in Spagna è stata trasmessa anche da TV3, dove il pubblico ha raggiunto 672.000 persone. L‘evento era stato a lungo il più visto del 2016.