porto fair play finanziario
(Insidefoto.com)

Porto Fair Play Finanziario – Il Porto diventa l’ultima società europea sanzionata per la violazione dei criteri del Fair Play Finanziario. L’Uefa ha infatti oggi ufficializzato la sanzione per il club portoghese, che negli ultimi hanno ha sforato i limiti di bilancio imposti dalla federcalcio europea.

Al termine della stagione 2016/17, solo il Porto infatti non ha rispettato la richiesta dell’Uefa in quanto al break-even ed ha accettato di siglare l’ormai famoso “settlement agreement”.

In particolare, l’accordo tra i portoghesi e l’Uefa coprirà le stagioni  2017/18, 2018/19, 2019/20 e 2020/21, con l’obiettivo di raggiungere il break-even entro il 2020/21. Il Porto avrà così l’obbligo di chiudere con un deficit massimo ai fini FPF di 30 milioni nel 2017, di 20 milioni nel 2018 e di 10 milioni nel 2019.

porto fair play finanziario
Tifosi del Porto (foto Insidefoto.com)

Inoltre, per gli esercizi 2018 e 2019 il rapporto costi del personale-fatturato, così come i costi finanziari, non potrà aumentare, mentre la società avrà l’obbligo di chiudere in utile la campagna acquisti. Per quanto riguarda la multa, il Porto pagherà all’Uefa 2,2 milioni di euro (che saranno trattenuti dai premi Uefa per la stagione 2016/17): di questi, 0,7 milioni saranno pagati immediatamente, mentre i restanti 1,5 milioni sono legati al rispetto degli obblighi.

Dal punto di vista sportivo, il Porto potrà registrare solo 22 giocatori nella lista A per le competizioni Uefa nel 2017/18 e solo 23 nella stagione 2018/19, restrizioni che sarò tolta dal 2019/20 se la società rispetterà gli obblighi. Inoltre, il Porto potrà iscrivere solo un ristretto numero di nuovi giocatori nella lista A, con l’obbligo di rispettare il pareggio tra entrate ed uscite a livello economico.

L’Uefa in data odierna ha anche fornito aggiornamento sulle posizioni di alcune squadre già sanzionate per il Fair Play Finanziario: FC Astana (Kazakhstan), FC Krasnodar (Russia), FC Lokomotiv Moscow (Russia) e FC Zenit (Russia) hanno rispettato gli obiettivi fissati dall’Uefa per il 2016/17, mentre i conti del Rubin Kazan (Russia) sono ancora sotto analisi. Il Porto è diventato così il 12° club attualmente sanzionato per il FPF dall’Uefa.

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here