Sergio Mattarella presidente della Repubblica Italiana durante la Finale di Coppa Italia 2016 Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto

È un po’ l’evento dell’anno per lo stadio Olimpico e in generale per lo sport di Roma. E poi se ci si aggiunge che in campo ci sarà una delle due squadre della Capitale il gioco è fatto: in tribuna d’onore domani allo stadio Olimpico ci sarà il pienone di vip. Di ogni genere, dalla finanza alla sport, passando all’onnipresente politica. Tutti, ovviamente, tifosi; alcuni della Lazio e moltissimi della Juventus, come da proporzioni nel ‘Paese reale’. Innanzitutto, partiamo dall’ospite per antonomasia che, guarda caso, non tiferà né per l’una e né per l’altra: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella tifa in sordina per il Palermo e domani sederà in tribuna per godersi il bel calcio, proprio come l’anno scorso quando finì premiando Giorgio Chiellini. 

Al suo fianco, più o meno lontani, quest’anno ci saranno tutti gli altri. Il padrone di casa è Giovanni Malagò e di certo non mancherà. Tra l’altro l’occasione è ghiotta per baciare ancora una volta la mano di Virginia Raggi, sindaco di Roma che non ha voluto le Olimpiadi e celebre tifosa della Lazio. Il sindaco pentastellato si godrà il match accompagnata dal figlio e dal marito, come lei sono entrambi laziali. La famiglia, però, non sarà in tribuna Coni dove sarà seduto il Capo dello Stato perché la presenza del bambino comporta per il cerimoniale che sieda in tribuna autorità centrale, qualche metro più in là. Pazienza.

A guardare la partita, a quanto pare, ci sarà anche il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, che però è romanista e forse guferà. Di certo ci sarà Luca Lotti, ministro dello Sport, che tifa Milan ma da quando frequenta il dicastero si comporta più da arbitro che da tifoso. Ci saranno anche i viceministri Sandro Gozi, Benedetto Della Vedova e Cosimo Ferri. Poi ancora Pier Ferdinando Casini, bolognese doc, Fabrizio Cicchitto, Nico Stumpo, Andrea Marcucci e Francesco Boccia che è juventino e lo sanno pure le pietre.

Ovviamente Roma è caput mundi e quindi non mancheranno gli ambasciatori, di certo Emirati Arabi Uniti e Portogallo. Un seggiolino, poi, sarà riservato al capo della Polizia Franco Gabrielli, celebre tra quelle mura per le vecchie barrire, e il presidente del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno.

Insieme a Malagò a rappresentare lo sport in giacca e cravatta ci saranno Mario Pescante, membro italiano del Cio, il presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, e il suo vice, Renzo Ulivieri. Poi anche il ct della nazionale di calcio, Giampiero Ventura e il presidente degli arbitri, Marcello Nicchi, che guarderanno il match con occhi tecnici.

Finito? Per niente. La tribuna vip dell’Olimpico è molto grande e ospiterà anche il tennista scozzese Andy Murray, impegnato negli Open d’Italia e appassionatissimo di calcio. Con lui ci saranno l’olimpionico di fioretto a Rio 2016 Daniele Garozzo, oltre ai campioni olimpici Salvatore Sanzo e Sandro Campagna. Chicche, poi, dal mondo della finanza: ci sarà Luigi Abete, presidente di Bnl, e l’amministratore delegato di Tim, Flavio Cattaneo. Chissà se sarà accompagnato dalla sua compagna, la super romanista Sabrina Ferilli.