Il grande risultato ottenuto dall’Atletico Madrid di Diego Simeone rimette al centro dell’attenzione nel calcio europeo il club biancorosso madrileno.

Per la prima volta nella sua storia, grazie alla semifinale conquistata battendo il Leicester (1-0 all’andata, 1-1 al ritorno) i colchoneros si apprestano infatti a scavalcare nel ranking UEFA sia il Barcellona che il Bayern di Monaco.

La squadra biancorossa al momento si trova al quarto posto, ma per effetto dello scarto di punti dell’annata più lontana la stagione 2017-2018 inizierà con l’Atletico Madrid al secondo posto del ranking alle spalle del Real Madrid.

Nelle ultime 4 stagioni l’Atletico ha conquistato in tutto 127.171 punti, tre in più rispetto al Barcellona (che negli ultimi 3 anni ha fatto una sola semifinale) e circa 9 in più del Bayern Monaco. Quinta è la Juventus che inizierà la prossima stagione ad ulteriori 9 punti di lunghezza dal Bayern e davanti di poco al Siviglia.

Non era mai successo nella storia del ranking a squadre che due formazioni della stessa città si trovassero al primo e secondo posto, il che fa di Madrid – sempre più – la vera capitale del calcio europeo, titolo che Manchester le contende per la forza economica dei due club ma non certo per l’indice di successo degli stessi.

CF – calcioefinanza.it ha analizzato il business model dell’Atletico Madrid in questo articolo.

A questo punto al club manca solo una grande vittoria europea, dopo che negli ultimi tre anni la squadra ha perso due finali di pochissimo, cedendo sempre al Real Madrid la prima volta grazie ad un gol di Ramos al 94esimo che pareggiò prima della goleada nei tempi supplementari, la seconda volta, nella scorsa edizione del torneo, ai rigori.

Nella sua storia in altre due occasioni su cinque l’Atletico Madrid si era fermato alle semifinali. Quest’anno Simeone – il cui stile manageriale, non a caso, come noto, viene studiato ad Harvard – lo ha portato nuovamente nella top four europea, nonostante il club con 228 milioni di euro di fatturato (secondo i dati della Football Money League di Deloitte) si trovi “solo” al 13esimo posto della classifica europea dei ricavi. Per dare un’idea di grandezza: solo 10 milioni di fatturato in più rispetto alla Roma e una quindicina in più del Milan.