vedere Sampdoria-Bologna gratis su DAZN
I tifosi della Sampdoria in tribuna (Foto: Insidefoto.com)

La Sampdoria è ormai sempre più lanciata nel settore degli esports, ormai sempre più considerati una leva importante per i club che desiderano incrementare i ricavi. Sono infatti sempre più numerose le squadre, e addirittura gli interi campionati (celebri i casi di Francia e Olanda), che hanno concentrato le loro forze in questo ambito.

Dipo avere ingaggiato un vero top player del settore del calibro di Matteo Guarracino (conosciuto anche come @lonewolf92), che vestirà i colori blucerchiati nei tornei di Fifa 17, ora la società ligure ha deciso di organizzare un’inziativa davvero interessante volta a coinvolgere numerosi appassionati. In linea con questa filosofia i blucerchiati hanno anche indetto il loro primo torneo open di FIFA 17.

La manifestazione, denominata Sampdoria esports Cup, metterà in palio un trofeo vero e proprio destinato al vincitore. L’appuntamento è fissato per il prossimo 25 aprile allo stadio Marassi. Un’occasione anche per alcuni talenti emergenti per mettersi in luce e, magari, trovare un possibile ingaggio.

Guarracino pochi giorni fa ha già avuto modo di sfidare Nicolò Mirra, rappresentante della Roma, nella prima sfida tra squadre italiana e negli esports. A vincere è stato proprio il giocatore blucerchiato (già sei volte campione italiano) in una sfida che ha regalato emozioni e tanti colpi di scena.

PrecedenteIl derby alle 12.30 fa bene alle tv: 862mln di spettatori, 39 emittenti collegate
SuccessivoMilan, nasce Project RedBlack: holding in Lussemburgo che finanzierà Li
Giornalista, laureata in Linguaggi dei media all'Università Cattolica di Milano. Esperienza soprattutto in siti internet e qualche incursione in TV e sulla carta stampata.