derby Inter-Milan ora pranzo
Mauro Icardi e Gigio Donnarumma uno contro l'altro nel derby di Milano (Foto: Insidefoto.com)

Giocare il derby di Milano alle 12.30 potrà far molto bene al calcio italiano. Uno studio della Serie A sostiene che la partita ha tutte le carte in regola per essere il match più visto della storia del calcio italiano, con 862 milioni di potenziali telespettatori mondiali. Questo perché saranno ben 39 le emittenti televisive che nei 5 continenti proietteranno le immagini da San Siro in tutto il Pianeta e grazie all’orario strategico il match potrà essere visto davvero da chiunque: al pubblico dell’area asiatica, spiega la Lega, sarà possibile seguire la partita in prime time e solo in quella regione potranno essere raggiunti 566 milioni telespettatori, grazie all’impegno di 11 emittenti televisive.

Ma non finisce qui perché, come detto, il derby della Madonnina sarà trasmesso ovunque e il numero dei potenziali spettatori sale a 862 milioni worldwide, sebbene le due squadre non siano proprio nel massimo del loro splendore. Saranno 39 i broadcaster a trasmettere in diretta la sfida tra le squadre di Pioli e Montella e la seconda macro area con più pubblico, dopo l’Asia-Pacifico, sarà quella dell’Europa: 20 tv collegate e 186 milioni di tifosi raggiunti.

Telespettatori potenziali del Derby di Milano - Fonte: Serie A
Telespettatori potenziali del Derby di Milano – Fonte: Serie A

Anche in Nord e Sud America il match avrà un impatto non-banale con 4 emittenti in totale che potranno trasmettere le immagini e 101 milioni di telespettatori potenziali. In Africa, invece, saranno sempre 4 le emittenti ma ‘solo’ 11 i milioni di telespettatori che potenzialmente potranno guardare la partita.

Quello che la Lega di Serie A vuole sostenere è che se non si fosse deciso di stupire con un orario insolito non si sarebbe raggiunta questa audience potenziale. Invece, scegliendo l’orario di pranzo si può legittimamente puntare ad ottenere un risultato in termini di ascolti decisamente più ampio. Più di un avviso in vista del nuovo bando per i diritti tv che la Serie A licenzierà in estate; ma anche un augurio alla nuova proprietà milanista che dovrebbe debuttare a San Siro proprio sabato. Alle 12.30. 

E l’esperimento sembra destinato a continuare e scrivere una nuova pagina sui diritti tv della serie A, visto che anche il prossimo derby di Roma è stato fissato alle 12.30.

1 COMMENTO