dove vedere Gran Premio Catalunya MotoGp Tv streaming
Valentino Rossi (foto Insidefoto.com)

Business Valentino Rossi MotoGP – Il Dottore non pensa soltanto alle gare in MotoGP. Valentino Rossi, infatti, tramite la sua società VR/46 Racing Apparel S.R.L. gestisce il merchandising di quasi tutti i top piloti del motomondiale. E la società è ancora in utile.

Nel bilancio al 31 dicembre 2015 (ultimo documento disponibile), la VR/46 Racing Apparel S.R.L. ha fatto segnare un utile di poco più di 2 milioni di euro (2.059.665 euro), in crescita di circa 800mila euro rispetto all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014 (1.258.003 euro).

La società, il cui Presidente del Consiglio di amministrazione è il padre di Valentino, Graziano Rossi, come detto gestisce il merchandising di alcuni dei top piloti del motomondiale: oltre ovviamente allo stesso Rossi, ci sono anche Dani Pedrosa, Cal Crutchlow, Bradley Smith, Alvaro Bautista, Pol Espargarò, Jack Miller, Scott Redding, Luis Salom, Angel Nieto, Maverick Vinales, Franco Morbidelli, Nicco Antonelli, Romano Fenati, Andrea Migno, Nicolò Bulega, Tony Cairoli, Jonas Folger, Fabio Quartararo ed Enea Bastianini (oltre al rapporto con la Juventus, iniziato proprio nel 2015). Cappellini, magliette, giubbotti, tutto ciò che porta numeri e loghi dei piloti viene prodotto e commercializzato dalla società di Rossi.

business valentino rossi motogp

All’interno del bilancio al 31 dicembre 2015 sono indicati anche i nomi di Alex e Marc Marquez: nella Relazione sulla Gestione, però, viene spiegato che nel corso dell’esercizio 2016 è “terminato il rapporto commerciale con uno dei principali Piloti di motociclismo”, con riferimento appunto alla rottura con Marc Marquez in seguito ai fatti della stagione 2015, con lo scontro in pista tra Rossi e lo spagnolo della Honda.

business valentino rossi motogp
Marc Marquez e Valentino Rossi (Foto Insidefoto.com)

Business Valentino Rossi MotoGP, il bilancio della VR46

Dal punto di vista economico, la VR/46 (che conta 36 dipendenti ed ha sede a Tavullia) nel corso del 2015 ha avuto ricavi per  15.819.111 euro, in aumento di circa il 25% rispetto ai 12.318.721 euro del 2014. Un miglioramento di € 3.500.390 euro  da attribuirsi principalmente al canale distributivo Ontrack (+62%), per il merchandising piloti che continua a rappresentare il nostro core business.

L’aumento delle vendite Ontrack è dovuto principalmente a tre fattori: un Valentino Rossi vincente, gare spettacolari e maggior afflusso di pubblico nei circuiti. In più, anche l’attività delle vendite web ha registrato un incremento rispetto lo scorso anno, pari al 59%, con una rete distributiva che permette alla VR/46 di raggiungere oltre 50 paesi.

 RICAVI IN EURO

Distribuzione

6.299.478

E-commerce

867.394

Store

934.056

Eventi vari

131.229

On track

6.922.939

TOTALE

15.155.096

«La crescita dei ricavi è stata accompagnata da un decremento percentuale del costo del venduto – si legge nella Relazione sulla Gestione -, dovuto in primis ad una migliore “capacità” di acquisto ed alla concentrazione di fatturato sul comparto piloti a margini più elevati. I costi per godimento beni di terzi si sono incrementati prevalentemente in virtù dell’incremento delle “royalties riconosciute ai Piloti licenzianti” per effetto dell’incremento stesso delle vendite, trattandosi soprattutto di royalties % sulle vendite».

Insieme ai ricavi, in netto miglioramento anche il margine operativo lordo (EBITDA), pari a 4.165.437 euro rispetto ai  2.331.611 euro del 2014. In termini percentuali l’EBITDA del 2015, rappresenta il 26,33% del valore della produzione, contro il 18,93% del 2014. Numeri positivi anche per quanto riguarda il risultato operativo (EBIT), pari a 3.258.869 euro contro i 1.953.292 euro del 2014, confermando il trend di crescita e di sviluppo della società. La VR/46 Racing Apparel S.R.L. ha, così, chiuso il bilancio al 31 dicembre 2015 con un utile di 2.059.665 euro. Per quanto riguarda il 2016, «l’andamento del fatturato – prosegue la Relazione sulla Gestione – nel corso dei primi mesi del 2016 registra ancora un buon andamento anche se ancora non è iniziata l’attività legata al calendario del Campionato Mondiale di motociclismo».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here