In dollari la cifra è tonda-tonda: 500 milioni spesi a settimana per riuscire ad arrivare preparati con stadi e infrastrutture per il Mondiale del 2022. A tanto ammontano le spese sostenute dal governo del Qatar per la Coppa del Mondo 2022: 467 milioni di euro al cambio di oggi investiti ogni sette giorni per mostrarsi alla comunità internazionale del calcio in tutto il suo splendore tra sei anni. Insomma, un bell’investimento da parte del governo qatariota che ha voluto pubblicare il totale degli investimenti

Il Ministro delle finanze qatariota, che ha reso noti questi dati, ha anche aggiunto che questo ritmo di spesa potrebbe protrarsi per i prossimi tre, quattro anni. Le uscite in questione non riguardano solo gli stadi, ma tutto quello che ruota attorno all’organizzazione di una grande manifestazione come i Mondiali di calcio e quindi strade, autostrade, ferrovie, porti, aeroporti e naturalmente ospedali. Come risposta alla pressione fiscale, il Governo ha parzialmente revocato il sussidio sulla benzina e rinviato alcuni progetti di costruzione. C’è anche un piano per l’introduzione di una tassa sul valore aggiunto fin dal prossimo anno, che potrebbe slittare al al 2019.

qatar 500 milioni mondiali 2022

“Il 90% dei contratti per il 2022 sono già stati assegnati – ha spiegato il Ministro delle finanze, Ali Shareef Al-Emadi, parlando coi giornalisti -. Stiamo provando a portare a termine tutto nei tempi previsti: non vogliamo che la gente inizi ad entrare nel nostro paese mentre stiamo ancora dipingendo i muri”, le parole del ministro.

Nel frattempo, nei giorni scorsi gli ispettori della “Building and Wood Workers’ International”, una confederazione sindacale internazionale, hanno fatto visita ad uno dei cantieri per i Mondiali 2022, dove un anno fa è morto un operaio nepalese. “Abbiamo avuto l’opportunità di parlare con gli operai a proposisto delle loro condizioni di vita e lavorative”, ha commentato un rappresentante.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here