juventus hernanes plusvalenza cessione hebei
L'esultanza di Hernanes il gol del 3-0 contro il Pescara (foto Insidefoto.com)

Hernanes saluta la Juventus: il centrocampista brasiliano è stato infatti venduto ai cinesi dell’Hebei Fortune, la squadra dove giocano Gervinho e Lavezzi, altre vecchie conoscenze del calcio italiano.

Una cessione fruttuosa per la Juventus: i bianconeri, infatti, incasseranno 8 milioni di euro, come confermato nel comunicato ufficiale. “Juventus Football Club S.p.A. – si legge nella nota rilasciata dalla società torinese – comunica di aver perfezionato l’accordo con la società Hebei China Fortune Football Club Co. Ltd per la cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Anderson Hernanes per un importo di € 8 milioni che saranno interamente pagati entro 15 giorni dal rilascio del transfer internazionale. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di massimi € 2 milioni al verificarsi di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale”. Complessivamente, quindi, la Juventus può incassare 10 milioni di euro per il brasiliano, che ha già salutato l’Italia con un post su Instagram davanti al Colosseo.

This image attracted me in Italy ??! Now about to leave is the last image that I m seeing! #coliseum #gladiator #MaximusDecimusMeridios

Una foto pubblicata da Anderson Hernanes Lima (@hernanesoj) in data:

Un affare che inoltre per la Juventus genera anche una leggera plusvalenza. Hernanes infatti era arrivato in bianconero dall’Inter nell’estate 2015 per 11 milioni più due di bonus. Lo scorso giugno il suo impatto a bilancio, dopo un anno di ammortamento, era di 7,7 milioni di euro: oggi il suo valore dovrebbe aggirarsi sui 5,8 milioni di euro.

juventus hernanes plusvalenza cessione hebei
Il valore di Hernanes nel bilancio Juve al 30 giugno 2016

Una cessione a 8 milioni “genera un effetto economico positivo di circa € 2,2 milioni”, come si legge nel comunicato della Juventus. Una plusvalenza che si va ad aggiungere a quelle già incassate dai bianconeri per gli addii di Pogba, Morata e Pereyra.