Joe Tacopina ha le idee ben chiare per il suo Venezia. Non solo per quanto riguarda il campo e i risultati, ma anche per lo stadio.

In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, il patron del club veneto ha parlato infatti anche del Luigi Penzo, lo storico impianto veneziano che ha già ospitato la squadra in A ad inizio degli anni duemila. Con anche un’idea particolare per la copertura «Il Luigi Penzo è storico, ma ormai obsoleto – le parole di Tacopina alla Gazzetta -. Il progetto per l’impianto è già pronto. Sarà fantastico, con una copertura realizzata in vetro di Murano. Il sindaco Luigi Brugnaro è con me, perché ha a cuore il bene di questa città e sa che la costruzione del nuovo stadio porterà 10.000 posti di lavoro».
tacopina stadio venezia vetro murano
Parole che si aggiungono a quelle di qualche mese fa, in cui lo stesso Tacopina dava anche indicazioni temporali: «Per noi l’ideale sarebbe avere il nuovo stadio nel 2019 – ha dichiarato lo scorso novembre in un’intervista a La Nuova Venezia –, ma non voglio parlarne più di tanto anche se posso assicurare che lavoriamo su questo fronte ogni giorno».

Stadio, ma non solo: perché l’obiettivo del patron del Venezia è tornare in A. «Quando ho acquistato la società non c’era entusiasmo, né tantomeno un programma di crescita. Siamo partiti da zero, cambiando la sede e iniziando a lavorare giorno e notte. Abbiamo rivoluzionato tutto e composto uno staff da top team: Filippo Inzaghi in panchina, Giorgio Perinetti alla direzione sportiva».

tacopina stadio venezia vetro murano
Joe Tacopina con Thomas DiBenedetto ai tempi della Roma (foto Insidefoto.com)

«Poi siamo intervenuti sul gruppo, portando a Venezia calciatori di alto livello. Ora la rosa è ricca di ottimi elementi, alcuni anche con tante stagioni alle spalle trascorse in Serie A, che è anche il nostro obiettivo – ha concluso Tacopina -. E dico di più: le posizioni di vertice della Serie A. Il mio sogno è portare qui lo scudetto».

Intanto, arrivano tifosi anche da New York per il Venezia. Nei giorni scorsi è infatti nato il primo club internazionale della società veneta, proprio nella “grande mela”: la sede è al Banter, un famoso bar a Brooklyn nel quartiere alla moda di Williamsburg, che ospiterà i fans del VFC NYC Official Supporters Club dando loro la possibilità di vedere tutte le gare del club lagunare fino alla fine della stagione.